Speciali Games

LEGO Worlds - Recensione

Per creare il perfetto panorama LEGO non vi serviranno più migliaia di mattoncini.

LEGO Worlds - Recensione

Chi non è stato affascinato, almeno una volta nella vita, dalle infinite potenzialità costruttive di quei piccoli, coloratissimi, adorabili quanto letali mattoncini? I LEGO sono probabilmente il prodotto più diffuso nelle case di grandi e piccini, sia come passatempo che come passione. Come perciò tutti sappiamo, ne esistono di tutti i tipi: scatoloni generici per chi vuole semplicemente far correre la fantasia, oppure precisissimi set di costruzione per tutti i gusti: castelli medievali, navi pirata, veicoli e palazzi moderni, e via dicendo. Ricordo ancora il mio castello, che agli occhi di bambino risultava enorme e ricco di piccoli segreti da scoprire (con gli occhi adulti si trattava invece di una mera botola segreta).
Questo è ciò che più caratterizza LEGO Worlds: a differenza delle serie “licenziate”, come quelle Marvel o Star Wars, non c'è limite alle possibilità creative eccetto quello dato dalla mente del giocatore. Unisce così le potenzialità del giocattolo che tutti da bambini hanno amato con il mezzo videoludico, richiamandosi anche un po' al noto “Minecraft”.


Pronti ad esplorare?

Il piacere della scoperta
A prima vista il fascino di LEGO Worlds è innegabile, fin dal tutorial il giocatore si ritrova catapultato in coloratissime “isole” LEGO, ricche di alberi, animali, personaggi e abitazioni LEGO. Si parte da una piccola ambientazione LEGO Pirates per passare ad un'altrettanto piccola fattoria, fino a esplorare una serie infinita di mondi – piccoli o grandi – tra vulcani, spiagge, miniere o montagne innevate. Tutti generati proceduralmente. Ad ogni “bioma” il gioco attribuisce poi una serie di oggetti tematici connessi, provenienti dai più disparati kit LEGO realmente esistenti. Nei mondi minerari si possono incontrare i veicoli proveniente dall'universo di LEGO Power Miners, in quelli tropicali non manca qualche scialuppa di LEGO Pirates e in quelli boscosi avrete l'opportunità di incontrare dai castelli a veri e propri conglomerati di LEGO Cities.


Tra i primi pianeti ve ne sarà uno completamente fatto di dolci.

Amo et odi
Sfortunatamente, come in tutti i giochi basati sulla generazione procedurale, anche LEGO World soffre di ripetitività e mancanza di obiettivi. La campagna principale è infatti completamente strutturata sulla raccolta dei mattoncini d'oro, sparsi casualmente all'interno di ogni mondo appena generato. È possibile trovarne sotto terra, come ricompensa da alcuni NPC o semplicemente dispersi nell'ambiente.
Dopo infatti le prime ore di divertimento e novità è inevitabile come alla lunga i mondo comincino a ripetersi, anche se leggermente diversi, mentre ci si imbatte in missioni già completate in precedenza, perdendo alla fine il conto di quanti NPC si ha salvato da un attacco zombie o dal rimanere intrappolati in edifici senza porte.


Tutto è possibile.


Il ché è un peccato, dato che LEGO Worlds è comunque un prodotto di buona qualità, ricco di potenzialità sandbox ma limitato da una incapacità di mischiarle in modo che siano interessanti. La caratteristica migliore del gioco – e in fondo anche quella principale – è infatti l'editor LEGO, con cui poter creare liberamente qualsiasi elemento del gioco partendo da centinaia di mattoncini diversi, a partire dai classici in uso fin dal 1958, fino ai più recenti, tanto da raggiungere le potenzialità di LEGO Designer. Sempre tramite questo editor è possibile “salvare” oggetti trovati nell'ambiente o anche vere e proprie “fette” di panorama. Vi piace una composizione particolare di alberi e capanna? Con l'editor è possibile selezionare l'intera area per esportarla nella propria galleria e un giorno riutilizzare.
Il problema maggiore dell'editor è – oltre ad una telecamera oscena – l'impossibilità di creare veri e propri mondi personalizzati fin dall'inizio del gioco. Anzi, a dire la verità, vi servirà parecchio tempo prima di riuscire ad sbloccare questa potenzialità, dato che è l'ultimo sblocco del gioco, che otterrete dopo aver vagato decine di ore alla ricerca dei mattoncini d'oro.

Generazione procedurale e limiti a parte, LEGO Worlds è comunque un buon tentativo di variazione dai soliti titoli LEGO. Quando riuscirete a creare il vostro mondo personalizzato le soddisfazioni sono davvero tante, se invece cercate di viverlo come classico puro gioco di avventura, la delusione è dietro l'angolo.


"Ahr ahr ahr"




Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming