Speciali Games

Conan Exiles - Nudi nell'universo di Robert E. Howard!

Abbiamo dato un occhio all'Early Access del nuovo survival di Funcom, ne varrà la pena?

Conan Exiles - Nudi nell'universo di Robert E. Howard!

Guerrieri in bikini, grossi animali selvaggi, intere tribù cannibali, gorilla volanti, umani con la testa di elefante e donne schiave in abiti succinti sono solo alcuni degli elementi che è possibile trovare nel ricchissimo universo di Robert E. Howard, Conan. Un'ambientazione che oggi verrebbe probabilmente presa d'assalto per non essere abbastanza politically correct, con la tratta dei neri e lo sfruttamento delle donne considerate come una delle valute principali dello scambio tra regioni. Un universo letterario magnifico, che ridefinì il concetto di fantasy stesso, rappresentandolo in una versione più realistica e decisamente più umana.
Alla Funcom questo lo sanno bene, ed è per questo motivo che Conan Exile, nuovo survival in Early Access disponibile ora su Steam, centra perfettamente i punti chiave della narrazione di Howard, riproducendo l'ambientazione senza paura di incorrere in critiche e censure, con schiavi, lavori forzati, violenza e tanta, ma tanta, nudità gratuita.


L'editor del gioco, introduce anche la storia del proprio personaggio.

Lotta alla mascolinità
Ad un primo avvio del gioco è infatti impossibile non notare come il proprio personaggio, esiliato e crocifisso, sia completamente nudo sulla croce. Che siate uomini o donna, il gioco offre anche un comodo slide per decidere la grandezza del proprio membro o delle proprie tette, finendo inequivocabilmente  per creare un mondo di uomini super dotati o mini dotati, senza mezze stagioni e con una sovrabbondanza donne estremamente formose. Perfetto. L'attenzione di Funcom a questi dettagli è tale da simulare anche l'ondeggiamento di ogni singolo apparato maschile, indipendentemente dagli altri: la vera next-gen.
Lo stesso vale per il seno femminile, ma dato che quello è stato già coperto abbondantemente da giochi dedicati, la sorpresa viene meno.


Un normalissimo incontro nelle lande desolate di Hyboria.

Un lancio liscio, o quasi.
Dopo aver dedicato le prime ore di gioco a mostrare le proprie nudità e dopo il disappunto provato per l'impossibilità di effettuare la famosa manovra a “elicottero” (per ora), è arrivato il momento di provare effettivamente l'aspetto survival di Conan Exile. Nonostante la fase di Beta/Early Access, le prime impressioni sul gioco sono estremamente positive. L'engine è fluido, le meccaniche funzionano perfettamente e la progressione è lenta, ma non frustrante. Dei punti che – al lancio di un early access – non sono da dare scontati, soprattutto se si ha giocato uno qualsiasi dei survival già presenti sul mercato (tra cui Ark, che ancora oggi funziona male). Ovviamente non mancano problemi, ma per quanto riguarda Conan Exile si concentrano prevalentemente sulla qualità dei server, che non sempre dipende da Funcom stessa. La larga porzione di mappa disponibile al momento è molto fedele con le ambientazioni di Conan, e Funcom ha fatto un ottimo lavoro con la disposizione dei monumenti e punti chiave, rendendo l'esplorazione della regione ancora più istintiva.


La tecnologia progredisce, l'uso dei pantaloni no.

A me il corno!
Ovviamente le prime ore di gioco saranno simili a quelle di tutti gli altri esponenti del genere: i primi materiali, i primi attrezzi in legno e pietra e il fabbisogno costante di cibo/acqua , oltre ovviamente alla costruzione di una prima abitazione. In merito proprio alle abitazioni, Conan Exile cerca però di distinguersi, dando al giocatore la possibilità di reclamare la possessione di un territorio, in modo da evitare griefing da parte dei giocatori di passaggio e rinviando qualsiasi “assedio” all'ultima fase del gioco. Allo stesso modo, gli sviluppatori hanno tentato di rallentare anche la corsa agli esplosivi, tipica del genere, allargando l'albero del crafting con decine di scelte e dando ai giocatori pochi una limitata quantità di punti abilità da spendere, obbligando così i gruppi a dividersi le mansioni per riuscire a poter creare qualsiasi oggetto del gioco.
La varietà di oggetti, considerando lo stato di beta, è abbastanza ampia e ben distribuita durante la progressione del personaggio. Potrete costruire decine di armi (tra cui asce, spade, spadoni, coltelli, martelli, mazze o giavellotti), armature, casse, ma anche una grande varietà di oggetti “opzionali”, perfetti per i fanatici dell'arredamento o del gioco di ruolo, come un corno da guerra da posizionare in cima al proprio maniero, un gong, tavoli, sedie, tappeti, teste di animali come trofeo e così via. Vi è addirittura uno di quei carillon a vento da posizionare fuori dalla porta, anche se al momento non sono ancora state introdotte le tempeste di vento.


Uno dei tanti npc che verranno resi schiavi.

Tante idee, qualche novità
Meno sorprendente la possibilità di costruire la propria abitazione pezzo per pezzo, già vista negli altri titoli del genere, ma nel caso di Conan Exile è possibile anche popolarla di NPC. Armati di un lazo ed una clava sarà possibile andare a caccia di schiavi NPC, da mettere ai lavori forzati e soggiogare definitivamente. Ovviamente il loro ruolo dipenderà dall'NPC che avrete schiavizzato, tra guerrieri da mettere a guardia del cancello, artigiani o ballerine seminude.
Altra novità per il genere è il sistema religioso, per cui – a seconda della divinità scelta – è possibile effettuare sacrifici in cambio di una trasformazione in un avatar gargantuesco, capace di spazzare via intere città semplicemente camminandoci sopra. Ovviamente questa immensa distruzione è bilanciata da una lunghissima serie di sacrifici necessari per arrivarci.

Conclusione
Insomma, Conan Exile, come potete vedere, è un survival che riesce a sfruttare ottimamente la ricca ambientazione di Howard, con abbastanza nuove idee da andare in una direzione diversa da quella dei rivali Rust e ARK ma ancora incapace di offrire quel qualcosa di rivoluzionario per il genere, dato forse anche l'estrema lentezza con cui si progredisce.


Il gioco non mancherà di dirvi il perché siete stati esiliati.



Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming