Wyatt Earp

Wyatt Earp

( Wyatt Earp )
Voto del pubblico
Valutazione
4.6 di 5 su 25 voti
Genere: Western
Anno: 1994
Paese: USA
Durata: 189 min
Distribuzione: Warner Bros Italia (1994) - Warner Home Video (Gli Scudi)
Wyatt Earp è un film di genere western del 1994, diretto da Lawrence Kasdan, con Kevin Costner e Dennis Quaid. Durata 189 minuti. Distribuito da Warner Bros Italia (1994) - Warner Home Video (Gli Scudi).
Genere: Western
Anno: 1994
Paese: USA
Durata: 189 min
Distribuzione: Warner Bros Italia (1994) - Warner Home Video (Gli Scudi)
Sceneggiatura: Lawrence Kasdan, Dan Gordon
Fotografia: Owen Roizman
Montaggio: Carol Littleton
Produzione: Jim Wilson, Kevin Costner, Lawrence Kasdan Per Tig Productions

TRAMA WYATT EARP

Wyatt Earp è un film western del 1993 diretto da Lawrence Kasdan.
Il film è la biografia dettagliata di Wyatt Earp (Kevin Costner) e copre un arco di circa trent'anni. Durante la guerra civile americana, l'adolescente Wyatt Earp vive nella fattoria di famiglia mentre i suoi fratelli maggiori Virgil (Michael Madsen) e James (David Andrews) prestano servizio nell'esercito dell'Unione.
Wyatt ha intenzione di unirsi a loro, mentendo sulla sua età, ma è trattenuto da suo padre Nicholas (Gene Hackman). Quando i suoi fratelli tornano a casa alla fine della guerra, la famiglia si trasferisce nel Missouri. Anni dopo Wyatt inizia a lavorare come avvocato e sposa il suo primo amore Urilla Sutherland (Annabeth Gish).
Quando la moglie incinta muore di febbre tifoide, Wyatt affoga i suoi dolori nella bottiglia. In preda alla disperazione si mette nei guai con la legge, ma il padre riesce a riportarlo alla ragione, richiamandolo ai doveri verso la sua famiglia. Quindi va a ovest dove incontra i fratelli Ed e Bat Masterson (Bill Pullman e Tom Sizemore), con cui lavora come cacciatore di bufali. Dopo alcuni anni, radunati tutti i suoi fratelli, Wyatt inizia a lavorare come vice sceriffo a Wichita, dove si guadagna la reputazione di duro difensore della legge. Subito dopo, poiché la notizia della sua capacità di mantenere l’ordine e la pace si diffonde, a Wyatt viene offerto il lavoro di sceriffo di Dodge City. In questo periodo inizia una relazione con Mattie Baylock, una prostituta drogata di laudano. Ad un certo punto però il consiglio comunale di Dodge City esonera Wyatt dalla carica per via dei suoi metodi eccessivamente violenti e nomina Ed Masterson al suo posto. Wyatt quindi accetta un lavoro come cacciatore di criminali per le ferrovie dello stato.

Mentre insegue il fuorilegge Dave Rudabaugh, Wyatt conosce Doc Holliday (Dennis Quaid), un pistolero e giocatore d'azzardo malato di tubercolosi, e i due diventano amici. Poco dopo, Wyatt viene a sapere che Ed Masterson è stato ucciso. Accompagnato da Doc Holliday, Wyatt torna a Dodge City per aiutare a ripristinare la legge e l'ordine. Dopo breve tempo Wyatt e i suoi fratelli si trasferiscono a Tombstone, in Arizona. Qui Wyatt intreccia una relazione con Josie Marcus, un’attrice ebrea che aveva incontrato anni prima. Il loro rapporto diventa così stretto da spingere Mattie, la compagna di Wyatt, a tentare il suicidio. Insieme ai propri fratelli e a Doc Holliday, Wyatt dichiara guerra a una spietata banda di cowboy guidata da Ike Clanton, che vuole dettare legge nella zona. Alla fine una serie di eventi porteranno i fratelli Earp e Doc al celebre duello all’OK Corral...

CRITICA DI WYATT EARP

"È mancata al regista, che ha scritto il copione con Dan Gordon, l'accortezza di scegliere un taglio drammaturgico più agile ed efficace. Perciò 'Wyatt Earp', pur risultando di accurata e sapiente fattura, manca di una vera ragione d'essere; e mentre non ci fa affezionare al protagonista, non ci consente neppure di farcene un'idea. Alle prese con un personaggio diluito in un'estenuante serie di apparizioni, non di rado contraddittorio nei trapassi dal romanticismo alla crudeltà e a tratti poco simpatico (basti ricordare il modo in cui tratta la sua compagna quando si innamora di un'altra), Kevin Costner stavolta rischia di non convincere. Molto più incisivo il Doc di un Dennis Quaid paurosamente emaciato dietro agli occhiali neri, roco, squassato dalla tosse e inquietante come un lupo ferito: il migliore Holliday finora apparso sullo schermo." ('Il Corriere della Sera', 15 Ottobre 1994)"Nonostante gli impeti e le arsure dei due film precedenti Kasdan, dipanando a poco a poco tutte queste vicende e concludendole con la morte di Earp a ottantun'anni ha stentato a rivestirle dell'alone dei western e si è soprattutto limitato ad esporre i vari caratteri, a cominciare ovviamente da quello del protagonista costruendovi attorno, con diligenza ma con pochissimo estro, le situazioni che via via li avevano al centro, umili o eroiche, dimesse o concitate. Più felice all'inizio quando, non essendo Earp ancora diventato un mito, ne sbozza un ritratto con molte ombre e qualche chiaroscuro (errori, timidezze, alcolismo), tradizionale e senza voli; in seguito quando, alle prese con le pagine già consacrate da film celebri (e soprattutto dalla 'Sfida gloriosa' di John Sturges con Burt Lancaster e Kirk Douglas), le accenna appena, senza né empiti né passioni, più attento al dettaglio storico-biografico che non a quello avventuroso. Un'operazione quasi inutile, perciò, diluita e ripetitiva negli schemi narrativi, stanca e quasi sfibrata nei modi di rappresentazione: all'opposto, dunque, di un vero western." (Gian Luigi Rondi, 'Il Tempo', 19 Ottobre 1994)"Dopo 'Grand Canyon' Kasdan aveva un altro messaggio per l'America confusa e violenta di oggi. E invece di rilasciare un'intervista (o andare alla posta, come suggerivano i vecchi tycoons) ha fatto un film. Lungo, accurato, zeppo di dettagli e buone intenzioni, ma confuso e dotato di una sola idea forte: Wyatt Earp, lo sceriffo della sfida all'O.K. Corral, il pistolero invulnerabile che riportò l'ordine a Dodge City e a Tombstone con le maniere forti, è il prototipo di una lunga serie di giustizieri americani. Tipi ambigui e dal grilletto facile, pronti al peggio in nome del meglio, con un sospetto di paranoia rinforzato dalla caratterizzazione cupa e monocorde di Costner. Qua e là Kasdan ritrova la mano di un tempo e almeno la sparatoria all'O. K. Corral, una periferia squallida e anonima, è un gioiello di coreografia e concisione. Ma invece di farci pensare il suo 'Wyatt Earp' finisce col pensare per noi. E questo è difficile da accettare." (Fabio Ferzetti, 'Il Messaggero', 12 Ottobre 1994)

CURIOSITÀ SU WYATT EARP

Lawrence Kasdan è il regista che ha lanciato la carriera di Kevin Costner proprio con un western, il bellissimo Silverado (1985).

Nel 1994 è uscito nelle sale un altro film sulla figura di Wyatt Earp intitolato Tombstone e diretto da George Pan Cosmatos. I protagonisti principali della pellicola sono Kurt Russell e Val Kilmer. Tombstone ebbe maggiore successo di pubblico e di critica. Anche per questo motivo Wyatt Earp si è aggiudicato 2 Razzie Awards per il Peggior attore (Kevin Costner) e per il Peggior Remake o Sequel.
 

INTERPRETI E PERSONAGGI DI WYATT EARP

Attore Ruolo
Kevin Costner
Wyatt Earp
Dennis Quaid
Doc Holliday
Gene Hackman
Nicholas Earp
David Andrews
James Earp
Linden Ashby
Morgan Earp
Michael Madsen
Virgil Earp
Jeff Fahey
Ike Clanton
James Caviezel
Warren Earp
Mark Harmon
Johnny Behan
Annabeth Gish
Urilla Sutherland
Adam Baldwin
Tom Mclaury
Betty Buckley
Virginia Earp
Joanna Going
Josie Marcus
Rex Linn
Frank Mclaury
Téa Leoni
Sally
Isabella Rossellini
Kate Naso Grosso
Tom Sizemore
Bat Masterson
JoBeth Williams
Bessie Earp
Mare Winningham
Mattie Blaylock
Bill Pullman
Ed Masterson
lascia un commento
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming