Sognare è vivere

Sognare è vivere

( A Tale of Love and Darkness )
Voto del pubblico
Voto Coming Soon
Valutazione
3.7 di 5 su 15 voti
Al cinema dal: 08 giugno 2017
Anno: 2015
Paese: Israele, USA
Durata: 95 min
Data di uscita: 08 giugno 2017
Distribuzione: Altre Storie
Sognare è vivere è un film di genere biografico, drammatico del 2015, diretto da Natalie Portman, con Natalie Portman e Gilad Kahana. Uscita al cinema il 08 giugno 2017. Durata 95 minuti. Distribuito da Altre Storie.
Data di uscita: 08 giugno 2017
Genere: Biografico, Drammatico
Anno: 2015
Paese: Israele, USA
Durata: 95 min
Distribuzione: Altre Storie
Sceneggiatura: Natalie Portman
Fotografia: Slawomir Idziak
Produzione: Avi Chai fund, Gesher Fund, Handsomecharlie Films

TRAMA SOGNARE È VIVERE

Scritto, prodotto, diretto e interpretato da Natalie Portman, Sognare è vivere segna il debutto alla regia di un lungometraggio per il grande schermo dell'attrice israeliana. Tratto dal romanzo autobiografico di Amos Oz, Una storia di amore e di tenebra, che è anche l'opera più ambiziosa dell'autore, racconta l'infanzia dello scrittore a Gerusalemme negli anni che precedono la nascita dello Stato di Israele. Come molte altre famiglie ebree tra gli anni trenta e quaranta del '900, anche quella del piccolo Amos (Amir Tessler) é sfuggita alle persecuzioni trovando rifugio in Palestina, insieme con la speranza di un futuro migliore. Scampati alla guerra, i genitori di Amos non sono però immuni alla sofferenza che questa si porta dietro: ne è colpita la madre Fania (Portman), poetica e sognatrice, la cui indole fantasiosa viene a poco a poco soffocata dalla vita matrimoniale e dalla monotonia quotidiana, fino a scivolare nella solitudine e nella depressione. La donna riconosce un compagno di giochi e un complice intellettuale nel figlio Amos, per il quale inventa storie di avventure e viaggi nel deserto, e con il quale condivide la sua puerile visione del mondo. Da lei Oz riprende quel gusto per la lingua e il lieve tocco ironico che da adulto influenzerà la sua scrittura. Sognare è vivere, come il romanzo al quale è ispirato, è una dichiarazione d'amore per un Paese, una lingua, un popolo, una madre.

CRITICA DI SOGNARE È VIVERE

Il passaggio di un attore dall’altro lato della macchina da presa è sempre, potenzialmente, critico: perché se il campo da gioco è lo stesso, i ruoli non sono sempre intercambiabili. Lo conferma, ahilei, Natalie Portman, che si è lanciata nella regia con Sognare è vivere, adattamento del romanzo biografico di Amos Oz “Una storia di amore e di tenebra”.
Se il legame dell’attrice col libro - cronaca familiare che s’intreccia con quella della nascita d’Israele - è chiaro e sincero, altrettanto chiaro è che questo è uno di quei film troppo voluti e covati (otto anni ci ha messo l’attrice per chiudere il copione), troppo carichi di ansie e di voglia di dimostrare qualcosa per riuscire bene. Il risultato è fastidiosamente manierista, con cupezza e pesantezza ostentate, sequenze quasi oniriche sbagliate, l’incapacità di tenere assieme i tanti piani del racconto e di cogliere l’ironia amara del testo.
La Portman si concentra sulla storia di una donna e di una madre, e quindi su di sé: tutto il resto è sfocato, trascurato, eccessivo. (federico gironi)

INTERPRETI E PERSONAGGI DI SOGNARE È VIVERE

Attore Ruolo
Natalie Portman
Fania Klausner né Mussman
Gilad Kahana
Arieh Klausner
Amir Tessler
Amos Klausner
Ohad Knoller
Israel Zarchi
Makram Khoury
Halawani
Shira Haas
Fania Mussman
Tomer Kapon
pioniere
lascia un commento
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming