Pinocchio

Titolo originale: Pinocchio

share
Poster
VOTO DEL PUBBLICO
Grazie del tuo voto
VOTO COMINGSOON
VALUTAZIONE

3.7 di 5 su 203 voti

"Appena entrato in casa, Geppetto prese subito gli arnesi e si pose a intagliare e fabbricare il suo burattino. Che nome gli metterò? - disse fra sé e sé -. Lo voglio chiamar Pinocchio. Questo nome gli porterà fortuna...Quando ebbe trovato il nome al suo burattino, allora cominciò a lavorare a buono, e gli fece subito i capelli, poi la fronte, poi gli occhi...". Il Pinocchio di Enzo d'Alò è il coronamento di un sogno artistico e produttivo durato cinque anni. L’incontro del regista de La gabbianella e il gatto con Lorenzo Mattotti, il grande illustratore che nel 2000 ha disegnato il manifesto del festival di Cannes, ha prodotto il miracolo di un adattamento del romanzo tanto fedele quanto innovativo e originale. Le musiche di Lucio Dalla (alla sua ultima opera).

  • SCENEGGIATURA: Enzo D'Alo', Umberto Marino
  • MUSICHE: Lucio Dalla
  • PRODUZIONE: Cometafilm, Iris Productions, Walking the Dog, 2D-3D Animation
  • DISTRIBUZIONE: Lucky Red
  • PAESE: Italia, Francia, Belgio, Lussemburgo
  • DURATA: 84 Min


CRITICA DI PINOCCHIO:

Affascinante il design di Lorenzo Mattotti e tenero l'addio musicale di Lucio Dalla, ma il racconto viaggia senza le necessarie pause di stupore, poggiando su un'interpretazione molto poco drammatica. La chiave di lettura è espressa dal flashback sul bambino Geppetto, creativo e sognatore: padre e figlio sono sullo stesso piano, lo scapestrato protagonista è meno colpevolizzato. Rischioso: e se l'emozione portante di Collodi si basasse invece proprio sulla tragica inevitabile esecuzione dell'immaturità? (Domenico Misciagna)

Lascia un Commento
Il trailer del film in HD
13616
Lascia un Commento