Novecento

Novecento

( Novecento )
Voto del pubblico
Valutazione
4 di 5 su 48 voti
Genere: Drammatico
Anno: 1976
Paese: Italia
Durata: 318 min
Distribuzione: 20th Century Fox - 20th Century Fox Home Entertainment, Panarecord, L'unità
Novecento è un film di genere drammatico del 1976, diretto da Bernardo Bertolucci, con Burt Lancaster e Donald Sutherland. Durata 318 minuti. Distribuito da 20th Century Fox - 20th Century Fox Home Entertainment, Panarecord, L'unità.

TRAMA NOVECENTO

Novecento, film in due atti diretto da Bernardo Bertolucci, è un dramma ambientato nella regione Emilia durante i conflitti avvenuti nella prima metà del ventesimo secolo in Italia. Nati entrambi nel giorno della morte di Giuseppe Verdi in un paesino della Bassa Emiliana, Alfredo Berlinghieri (Robert De Niro) e Olmo Dalcò (Gérard Depardieu) sono amici, nonostante le grandi differenze sociali: il primo è l’erede di una ricca famiglia terriera, mentre il secondo è figlio di una contadina e di padre ignoto.
Crescendo, Alfredo impara a disprezzare le falsità che serpeggiano nella sua famiglia borghese, avvicinandosi sempre più ad Olmo, cresciuto in mezzo agli ideali del socialismo proletario. Arriva la Prima guerra mondiale e Olmo, ormai adulto, è costretto ad arruolarsi nell’esercito, mentre Alfredo rimane a casa per amministrare i beni terrieri.
Passa un anno e quando il soldato ritorna dal fronte trova la situazione nel suo paese molto cambiata: ora a dirigere i lavori dei contadini non c’è più suo nonno Leo, ma il sadico fascista Attila Mellanchini (Donald Sutherland). Alfredo fa ben poco per impedire i maltrattamenti e le angherie perpetrati dal nuovo capo sui paesani, causando lo sdegno e l’allontanamento di Olmo. I due amici dell’infanzia finiscono infatti per trovarsi nelle fazioni opposte - da una parte il fascismo, dall’altra il comunismo - mentre un’altra guerra si staglia all’orizzonte...

CRITICA DI NOVECENTO

"Metafora d'un mezzo secolo, con cui Bertolucci esercita il diritto di trasfigurare in visione l'idea che a torto o a ragione se ne è fatta, non importa molto se 'Novecento' è meno fedele alla storia di quanto si potrebbe pretendere da un documentario. Preme invece che abbia una sua tenuta fantastica, una sua magnificenza di romanzo fiume per immagini, una potenza di chiaroscuro che esprime la drammaticità degli eventi, e sia pure melodrammaticità, vista la destinazione popolare dell'opera." (Giovanni Grazzini - Cinema '76)."Gratificato di un budget favoloso (10 miliardi, si dice), questo film-fiume si presenta con l'appariscenza di risultati tecnici proporzionali all'accolta di interpreti e di specialisti dei vari rami: la fotografia, l'interpretazione, l'ambientazione, la musica, e così via, sono perciò di notevole livello. Ciò nonostante, prescindendo dalle carenze tematiche, si ha l'impressione che la colossale impresa ecceda di molte ore le sue possibilità di presa. Infatti, se efficaci risultano alcune pagine di pittura villereccia o di spaccato borghese, la reiterazione delle stessa sa di pleonasmo, di didatticismo ad oltranza, di sproloquio comiziale e persino di furbizia commerciale. Assai più deludente, poi, è l'esame contenutistico dell'opera che, in definitiva, riteniamo mancare a qualsiasi ipotetico obiettivo per totale mancanza di equilibrio. Se vuol essere soltanto la descrizione del mondo contadino della Bassa Emilia, lo coglie nelle deteriori manifestazioni di un folklore rude e sboccato; ma lo trascura nelle ricchezze di genuinità, genorosità, spessore umano e pudore. (Segnalazioni Cinematografiche, vol. 82, 1977)"Un film di rilievo, ma non riuscito. Un film dove ci sono delle pagine molto belle, di un lirismo e di un'umanità singolari ma dove, nel contempo, non si sente l'empito della sinfonia nibelungica, l'assieme armonico di un tessuto narrativo corale, senza sbavature". (Pierpaolo Albricci)

CURIOSITÀ SU NOVECENTO

La pellicola fu presentata fuori concorso al Festival di Cannes nel 1976.

Il quadro mostrato all’inizio del film è Il quarto stato del pittore Giuseppe Pellizza da Volpedo.

La versione integrale del film - della durata di sei ore e dieci minuti - fu distribuita nelle sale cinematografiche in due parti: Novecento Atto I e Novecento Atto II.

INTERPRETI E PERSONAGGI DI NOVECENTO

Attore Ruolo
Burt Lancaster
Alfredo Berlinghieri, il proprietario terriero
Donald Sutherland
Attila Melanchini, il fattore
Robert De Niro
Alfredo Berlinghieri, figlio di Giovanni e Eleonora
Dominique Sanda
Ada Fiastri Paulhan, moglie di Alfredo
Alida Valli
Ida Cantarelli Pioppi
Sterling Hayden
Leo Dalcò, contadino dei Berlinghieri
Stefania Sandrelli
Anita Foschi, moglie di Olmo
Werner Bruhns
Ottavio, figlio maggiore di Alfredo
Laura Betti
Regina, figlia di Amelia
Ellen Schwiers
Amelia, sorella di Eleonora
Gérard Depardieu
Olmo Dalcò, figlio di Rosina
Anna Henkel
Anita, figlia di Olmo
Romolo Valli
Giovanni, figlio minore di Alfredo
Stefania Casini
Neve, la lavandaia
Francesca Bertini
Suor Desolata, sorella di Alfredo
Anna Maria Gherardi
Eleonora, moglie di Giovanni
Paolo Pavesi
Alfredo da ragazzo
Tiziana Senatore
Regina da bambina
Paulo Branco
Orso, figlio maggiore di Leo
Giacomo Rizzo
Rigoletto, il servo gobbo
Antonio Piovanelli
Turo Dalcò
Liù Bosisio
Nella Dalcò
Maria Monti
Rosina Dalcò, nuora di Leo
Roberto Maccari
Olmo da ragazzo
José Quaglio
Aranzini, un proprietario
Pippo Campanini
Don Tarcisio
Patrizia De Clara
Stella
Fabio Garriba
Contadino all'esecuzione di Attila
Allen Midgette
Vagabondo che scagiona Olmo
Clara Colosimo
La donna che accusa Olmo
Carlotta Barilli
Una contadina
Angelo Pellegrino
Il sarto
Mimmo Poli
Fascista alla riunione in chiesa
Pietro Longari Ponzoni
Pioppi
Catherine Kosac
Tondine
Salvatore Mureddu
Capo delle guardie rege
Odoardo Dall'Aglio
Oreste Dalcò
Sergio Serafini
Un giovane fascista

PREMI E RICONOSCIMENTI PER NOVECENTO

Nastri d'Argento - 1977

Ecco tutti i premi e nomination Nastri d'Argento 1977

  • Candidatura migliore attrice non protagonista a Alida Valli, Laura Betti
lascia un commento
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming