Non ci resta che piangere

Non ci resta che piangere

( Non ci resta che piangere )
Voto del pubblico
Voto Coming Soon
Valutazione
4.2 di 5 su 139 voti
Genere: Commedia
Anno: 1984
Paese: Italia
Durata: 112 min
Distribuzione: Ceiad - Columbia Tristar Home Video, Cecchi Gori Home Video, L'unita' Video; Dvd Cecchi Gori ( 2002).
Non ci resta che piangere è un film di genere commedia del 1984, diretto da Roberto Benigni, Massimo Troisi, con Massimo Troisi e Roberto Benigni. Durata 112 minuti. Distribuito da Ceiad - Columbia Tristar Home Video, Cecchi Gori Home Video, L'unita' Video; Dvd Cecchi Gori ( 2002)..
Genere: Commedia
Anno: 1984
Paese: Italia
Durata: 112 min
Distribuzione: Ceiad - Columbia Tristar Home Video, Cecchi Gori Home Video, L'unita' Video; Dvd Cecchi Gori ( 2002).
Fotografia: Giuseppe Rotunno
Montaggio: Nino Baragli
Musiche: Pino Donaggio
Produzione: Yarno Cinematografica, Best International Film

TRAMA NON CI RESTA CHE PIANGERE

Non ci resta che piangere è un film del 1984 diretto da Roberto Benigni e Massimo Troisi.
I protagonisti della vicenda sono l’insegnante Saverio (Roberto Benigni) e il bidello Mario (Massimo Troisi), amici di vecchia data. I due si trovano in un punto non precisato della campagna toscana, fermi ad un passaggio a livello. L’attesa aumenta l’angoscia di Saverio, molto preoccupato per la sorella Gabriella, depressa dopo la rottura con il suo fidanzato americano.
Stanchi di attendere il treno, Mario e Saverio si avventurano in un sentiero principale ma, quando la macchina ha un improvviso guasto, sono costretti a soggiornare in una sperduta locanda. Al loro risveglio, i due amici si ritrovano catapultati nella Toscana del XV secolo e, confusi e sotto shock, decidono di accettare l’ospitalità di Vitellozzo (Carlo Monni). L’uomo confessa loro che la sua famiglia si trova invischiata nella terribile faida con Guglielmo Capecchio, che sta decimando la sua dinastia. Perciò chiede aiuto agli ospiti per scrivere una lettera a Girolamo Savonarola.
Mario, intanto, fatica ad ambientarsi nel clima medioevale, trovando sollievo solo grazie alla conoscenza della giovane dama Pia (Amanda Sandrelli). Saverio, invece, desidera trovare Colombo per impedirgli di scoprire l’America, sottraendo così sua sorella dal suo triste futuro.
Mario e Saverio partono alla volta della Spagna, non prima di aver conosciuto Leonardo da Vinci (Paolo Bonacelli) e avergli parlato delle prodigiose scoperte scientifiche e tecniche del loro secolo.
Lungo il cammino, i due incontrano Astriaha (Iris Peynado), una bella amazzone che ha il compito di proteggere le navi di Colombo. Mario e Saverio si innamorano entrambi della donna e, mentre si contendono il suo amore, la storia si concretizzerà sotto i loro occhi…

CURIOSITÀ SU NON CI RESTA CHE PIANGERE

La scena in cui Benigni e Troisi scrivono la lettera a Savonarola è un omaggio a Totò, Peppino… e la malafemmina (1956).

Benigni e Troisi improvvisarono la gran parte delle scene.

A fine riprese avevano accumulato talmente tanto materiale superfluo, che furono costretti a cancellare alcune parti del film.

INTERPRETI E PERSONAGGI DI NON CI RESTA CHE PIANGERE

Attore Ruolo
Massimo Troisi
Mario
Roberto Benigni
Saverio
Iris Peynado
Astriaha, l'amazzone
Amanda Sandrelli
Pia
Carlo Monni
Vitellozzo
Elisabetta Pozzi
Locandiera
Paolo Bonacelli
Leonardo Da Vinci
Livia Venturini
Parisina
lascia un commento
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming