Maze Runner: La Rivelazione

Titolo originale: The Maze Runner: The Death Cure

share

Maze Runner: La Rivelazione è un film di genere azione, thriller, fantascienza del 2018, diretto da Wes Ball, con Dylan O'Brien e Kaya Scodelario. Uscita al cinema il 01 febbraio 2018. Durata 142 minuti. Distribuito da 20th Century Fox.

VOTO DEL PUBBLICO
Grazie del tuo voto
VOTO COMINGSOON
VALUTAZIONE

4.6 di 5 su 353 voti


TRAMA MAZE RUNNER: LA RIVELAZIONE:

Nel terzo capitolo dell'avvincente saga distopica per ragazzi basata sui romanzi di James Dashner, Maze Runner: La rivelazione, vediamo Thomas (Dylan O'Brien) e i Radurai unire le forze con i ribelli del "Braccio Destro" per salvare l'amico Minho, rapito durante lo scontro a fuoco dalle truppe del W.C.K.D. Il giovane Velocista, a capo del gruppo di adolescenti sopravvissuti alla prigionia della Radura e alla disperata fuga nel deserto, è determinato a trovare una cura contro il virus mortale che si è abbattuto sul pianeta. La ricerca, irta di sfide e ostacoli insormontabili quasi quanto le pareti del Labirinto, metterà a dura prova l'amicizia e i legami creati tra i ragazzi.  Soprattutto quello tra il giovane protagonista e l'enigmatica Teresa (Kaya Scodelario). L'uscita del film, ritardata dall'incidente sul set che ha interessato l'attore Dylan O'Brien, è prevista in Italia per il 1 febbraio 2018.


PANORAMICA SU MAZE RUNNER: LA RIVELAZIONE:

Maze Runner: La rivelazione è il terzo capitolo conclusivo della saga young adult interamente diretta da Wes Ball, avviata nel 2014 con Maze Runner - Il labirinto e proseguita con Maze Runner: La Fuga (2015). Tratti dalla trilogia di romanzi scritti da James Dashner, i film iniziano ad allontanarsi dai libri già con il secondo capitolo, ma è solo nell'ultimo che Bell si concede una più grande autonomia e libertà rispetto ai romanzi, soprattutto per l'ambientazione e la scala cromatica, che avvicinano Maze Runner: La rivelazione agli stilemi tipici del noir, dall'aria cupa e futuristica, distanziandolo nettamente dai due film precedenti.

Maze Runner 3 si colloca a un anno di distanza dal capitolo precedente, a differenza dei primi due che si susseguivano senza soluzione di continuità. Ora spetta alla sceneggiatura legare questo ultimo film ai precedenti, colmando il salto temporale intercorso. L'avventura dei giovani protagonisti aveva avuto inizio nella Radura, un grande spazio naturale circondato da enormi mura di cemento alte 25 metri dove un ascensore (rinominato La Scatola) li ha portati uno alla volta, a distanza di 30 giorni l'uno dall'altro, completamente privi di memoria: nessuno di loro ha ricordi, sa da dove venga, chi siano i propri genitori, quale sia il proprio nome né dove si trovi. Tutto ciò che sanno è che ogni mattina le mura del Labirinto intorno alla Radura si aprono e ogni sera al tramonto si chiudono. Nessuno è mai sopravvissuto a una notte nel Labirinto. In questo lasso di tempo, gli unici a cui è consentito entrare nel Labirinto sono i Velocisti, che corrono lungo i tortuosi corridoi delle mura per mapparle ed esplorarle allo scopo di trovare una via di fuga. La società che progressivamente è venuta a costituirsi nella Radura viene infatti sorretta da una rigida organizzazione, in cui ognuno ha un compito ben preciso da svolgere e al vertice della quale si trovano i Velocisti, capitanati da Minho (Ki Hong Lee).

Il protagonista della saga è Thomas, interpretato da Dylan O'Brien, giovane attore che ha raggiunto la notorietà con la serie TV Teen Wolf e che ha confermato la propria bravura in American Assassin di Michael Cuesta, recitando al fianco di Michael Keaton e Taylor Kitsch. La sua entrata in scena nel primo episodio sarà seguita, dopo una sola settimana, dall'anomalo arrivo della prima ragazza della Radura: Teresa (Kaya Scodelario), che sembra riconoscere Thomas e avere un legame particolare con lui. Progressivamente si scoprirà come Thomas intrattenga una connessione speciale con la Radura e il Labirinto, e proprio nei suoi ricordi potrebbe risiedere la soluzione ai misteri di quel luogo. Sul finale del primo capitolo, quasi per caso, si scopre un modo per recuperare parte della memoria dei ragazzi. Una puntura di uno dei Dolenti, creature biometalliche che si aggirano nei corridoi del Labirinto, può causare una mutazione nella vittima che la rende soggetta a un aumento esponenziale della violenza, rendendola pericolosa, una minaccia per il gruppo. Nel momento del suo arrivo, Teresa portava con sé due siringe contenenti un liquido che, oltre a essere un antidoto alla puntura dei Dolenti, permette alla vittima di ricordare frammenti del proprio passato.

Nonostante la trilogia costituisca l'esordio di Ball con il lungometraggio, il regista può vantare oltre dieci anni di esperienza nel campo degli effetti visivi grazie alla direzione di alcuni cortometraggi, tra i quali spicca Ruin: 8 minuti di CG spettacolare, cliccato oltre 3 milioni di volte su YouTube. L'universo distopico della saga di Maze Runner, ambientata in un non precisato futuro post apocalittico, beneficia evidentemente delle capacità del regista, che è stato in grado di trasporre in immagini l'incredibile universo creato da Dashner.

CRITICA DI MAZE RUNNER: LA RIVELAZIONE:

Il buon svolgimento narrativo e la visione organica del regista Wes Ball fanno di questo film e dell’intera trilogia un'opera di intrattenimento di tutto rispetto, nonostante la non particolare originalità generale. Il primo film era radura e cemento, il secondo sabbia e vento, il terzo vetro e metallo, ma nell’alternarsi di ambientazioni il regista ha saputo trovare uno stile per portare a compimento una storia che in Maze Runner: La rivelazione arriva all'apice delle proprie ambizioni, riesce a soddisfare i numerosi fan dei libri scritti da James Dashner e ad accontentare un pubblico molto più maturo dei protagonisti sullo schermo. Nel genere dei titoli tratti da romanzi young adult, post-apocalittici ambientati in un futuro distopico, gli autori di Maze Runner non si sentono per niente inferiori alla più famosa saga di Hunger Games. (Antonio Bracco - Comingsoon.it)
Leggi la recensione completa di Maze Runner: La Rivelazione

CURIOSITÀ SU MAZE RUNNER: LA RIVELAZIONE:

Per creare lo scenario dell'ultima futuristica città rimasta intatta di Maze Runner: La Rivelazione, la produzione ha saggiamente scelto di ispirarsi a Città del Capo in Sudafrica, nominata World Design Capital 2014 per la moderna architettura dei suoi edifici. La regione desertica del Kalahari, 700 km a nord al confine con la Namibia, è stata la location perfetta per ambientare la movimentata sequenza di apertura con l'assalto al treno. La paradisiaca spiaggia dove gli ultimi sopravvissuti trovano pace, invece, è sulla costa est dell'ampia baia di Città del Capo, un'incontaminata area che fa parte di una riserva naturale, dove lo scenografo Daniel Torrance ha creato un accampamento che ricordasse quello del labirinto del primo film. Anche le riprese nel laboratorio dove i nostri eroi si infiltrano sono girate appena fuori città, all'interno di un grande hangar dove ci sono voluti quattro mesi per costruire il set.

Avendo diretto tutti e tre i film, il regista Wes Ball è rimasto colpito dalla devozione che tutti gli attori hanno dedicato alla serie nei quattro anni trascorsi. Lo spirito di gruppo non è mai venuto meno. "All'inizio, prima del labirinto, ho voluto raggruppare i ragazzi per trascorrere una settimana con loro in mezzo ai boschi" ricorda Ball. "Avevamo un accompagnatore che spiegasse loro qualche tecnica di sopravvivenza. Volevo che questi ragazzi di città prendessero confidenza con la natura, che si sporcassero le unghie. Questo è servito a cementare da subito la connessione tra loro e se qualcosa andava storto a qualcuno, immediatamente gli altri lo tiravano su". Il regista racconta spesso di come questa piccola famiglia cinematografica ha finito per creare un gruppo di amici per la vita.

In occasione dell'uscita del film tornano disponibili in libreria tutti i libri della saga: Il Labirinto, La fuga, La rivelazione e i due prequel La mutazione e Il codice avranno tutti nuove ristampe con un restyling grafico delle cover. Di questi ultimi due libri non sembra ci siano piani per un adattamento cinematografico, anche se l'autore James Dashner ha manifestato il desiderio di vedere adattati per lo schermo anche i prequel. La stampa internazionale si esprime così a proposito della serie: "Una saga sulla sopravvivenza che i fan descrivono come una fusione tra Lost e Il Signore delle Mosche".

FRASI CELEBRI:

Dal Trailer Ufficiale in Italiano del Film:

Ava Paige (Patricia Clarkson): Non abbiamo più tempo, hai visto che sta succedendo?!

Janson (Aidan Gillen): Posso gestire Thomas, arriverà alla fine!
Ava: È quello che mi spaventa

Vince (Barry Pepper): Vi hanno presi perché siete immuni al virus che sta decimando la razza umana...sono disposti a sacrificarvi per trovare la cura

Jorge (Giancarlo Esposito): L'ultima città è la base operativa di Wicked...la tana del leone, hermano!
Thomas: È lì che andremo

Newt (Thomas Sangster): Tre anni dietro delle mure cercando di evadere e ora cerchiamo di tornare indietro...va bene, io davanti!

Newt: Abbiamo iniziato insieme, finiremo allo stesso modo!

Thomas: Quanti ragazzi devono prendere, torturare e uccidere...quando finirà?!
Teresa (Kaya Scodelario): Finirà quando troviamo la cura!

Ava: Thomas, o salvi i tuoi amici...o salvi tutti noi!

IL CAST DI MAZE RUNNER: LA RIVELAZIONE:


  • MONTAGGIO:
  • MUSICHE:
  • PRODUZIONE: Gotham Group, Temple Hill Entertainment, Twentieth Century Fox Film Corporation

Lascia un Commento
Il nuovo trailer italiano del film - HD
15334
Lascia un Commento