Luther - Genio, ribelle, liberatore

Luther - Genio, ribelle, liberatore

( Luther )
Voto del pubblico
Valutazione
4 di 5 su 266 voti
Al cinema dal: 30 aprile 2004
Regista: Eric Till
Anno: 2004
Paese: Germania
Durata: 121 min
Data di uscita: 30 aprile 2004
Distribuzione: METACINEMA
Luther - Genio, ribelle, liberatore è un film di genere biografico, drammatico, storico del 2004, diretto da Eric Till, con Joseph Fiennes e Peter Ustinov. Uscita al cinema il 30 aprile 2004. Durata 121 minuti. Distribuito da METACINEMA.
Data di uscita: 30 aprile 2004
Genere: Biografico, Drammatico, Storico
Anno: 2004
Regia: Eric Till
Paese: Germania
Durata: 121 min
Formato: 35 MM, ARRIFLEX
Distribuzione: METACINEMA
Fotografia: Robert Fraisse
Montaggio: Clive Barrett
Produzione: EIKON FILM, NFP TELEART, THRIVENT FINANCIAL FOR LUTHERANS

TRAMA LUTHER - GENIO, RIBELLE, LIBERATORE

Martin Lutero, giovane studente di legge, riesce a salvarsi durante una tempesta e decide di entrare in monastero per prendere i voti, contro il volere di suo padre. Si mette subito in evidenza, grazie anche ai consigli del suo mentore, padre Johann von Staupitz, e viene mandato a Roma. Una volta arrivato nella città eterna, si rende conto della corruzione che regna nell'ambiente ecclesiastico, viene a conoscenza della vendita delle 'indulgenze' e ne rimane sconvolto. Dopo un periodo di studi all'Università di Wittenberg diventa professore di teologia e tra i suoi sostenitori c'è il principe Federico III il Saggio di Sassonia, che ammira il suo coraggio e la sua determinazione, anche se le sue convinzioni potrebbero causare delle rotture insanabili con la Chiesa romana. Nel frattempo, Papa Leone X, decide di finanziare la costruzione della Basilica di S.Pietro proprio con i soldi ottenuti per evitare 'l'eterna dannazione'. In Germania, Johann Tetzel, 'concessionario' delle indulgenze presso il popolo tedesco, cerca di convincere le folle ad acquistare lo speciale lasciapassare per evitare le fiamme dell'inferno ma Lutero, infuriato, pubblica nel 1517 le 95 Tesi contro questa manipolazione da parte della Chiesa. Grazie all'invenzione della stampa fatta nel 1456 da Güttenberg, queste tesi vengono diffuse in tutta Europa. Il Papa ordina al monaco tedesco di rinnegare i suoi scritti dietro minaccia di eresia e conseguente scomunica. Ma Lutero non si lascia intimorire, va avanti con le sue idee e dà inizio allo scisma che porterà alla nascita della riforma protestante.

CRITICA DI LUTHER - GENIO, RIBELLE, LIBERATORE

"Con il suo grande successo in Germania, dove l'hanno visto 4 milioni di persone, 'Luther' sembra la risposta protestante all'integralismo del Gesù di Gibson. Mentre quello è la festa degli eccessi, la biografia di Lutero è raccontata dall'esperto Eric Till coi modi tradizionali di uno sceneggiato televisivo a medio budget, insegnando il necessario e mantenendosi nella professionalità dell'ovvio e dintorni. (...) L'eretico Martin, primo protestante, è Joseph Fiennes, che, dolce dolce, fino poi a sposarsi, sembra nel sequel di 'Shakespeare in Love', rimanendo apatico fra velluti, preci e stendardi e contraddicendo nel fisico la taglia extra large del Lutero tramandato dal ritratto di Cranach. Il tutto ha un'impronta nobilmente lunga, didascalica da prima serata, teatrale, civile. Non s'entra mai in zona poetica e-o spirituale, preferendo finire con 'Luther' e la sua sposa davanti ai cavalieri armati: fuori quadro, avrà cinque figli." (Maurizio Porro, 'Corriere della Sera', 1 maggio 2004)"Anche se in Germania è stato campione d'incassi, come risposta protestante al cattolico 'La Passione di Cristo', 'Luther' si presenta con armi spuntate. Mancano all'inglese Eric Till, veterano di lunga esperienza tv cui i luterani Usa finanziatori del progetto hanno affidato la regia, una forte motivazione di fede pari a quella che, nel bene o nel male, ha animato Mel Gibson, nonché l'indubbio senso dello spettacolo del cineasta australiano. (?) Tutto questo nel film è raccontato in modo romanzato, timido e pedestre; e senza nemmeno il tentativo di mettere a fuoco il complesso contesto storico e sociale che c'è dietro. In un cast comprendente sir Peter Ustinov, nella sua ultima apparizione nei panni di Federico di Sassonia, e Bruno Ganz, protettivo padre superiore, Joseph Fiennes si prodiga in un'interpretazione a tutto campo purtroppo di non molto spessore." (Alessandra Levantesi, 'La Stampa', 1 maggio 2004)

INTERPRETI E PERSONAGGI DI LUTHER - GENIO, RIBELLE, LIBERATORE

Attore Ruolo
Joseph Fiennes
Martin Lutero
Peter Ustinov
Friedrich, Il Saggio
Bruno Ganz
Padre Johann Von Staupitz
Alfred Molina
Johann Tetzel
Claire Cox
Katerina Von Bora
Uwe Ochsenknecht
Papa Leone X
Benjamin Sadler
Georg Spalatin
Jochen Horst
Professor Karlstadt
Torben Liebrecht
Carlo V
Mathieu Carrière
Cardinale Jakob Cajetan
lascia un commento
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming