Il gioco di Gerald Recensione

Titolo originale: Gerald's Game

18

Perché Il gioco di Gerald è il film perfetto per questi giorni dominati dallo scandalo Harvey Weinstein

-
Perché Il gioco di Gerald è il film perfetto per questi giorni dominati dallo scandalo Harvey Weinstein

Il fatto è che leggi i giornali, guardi la tv, ascolti quello che succede, e ti rendi conto che le donne - troppe donne - sono messe (ancora) così, come sta la Jesse del Gioco di Gerald, il film Netflix basato sull'omonimo romanzo di Stephen King. Ammanettate a un letto, prigioniere, perché lo sguardo e l'agire maschile, la loro volontà di predominio, controllo, sottomissione e - purtroppo - violenza, le han messe lì.
Stanno lì, e l'unica possibilità che hanno di salvarsi (la vita) è fare appello alle loro forze, alla loro determinazione. Fare i conti con tutta quella violenza che - non da quel momento, quasi da sempre - hanno sopportato, rimosso, minimizzato: perché solo così potranno rompere quelle catene che - non da oggi, ma dalla prima volta - le paralizzano e le terrorizzano.
Perché nessun uomo arriverà a salvarle, non è più tempo di principi azzurri, se mai lo è stato. Perché al limite ci sarà qualche figura maschile grottesca e deforme che se ne sta lì in un angolo solo a guardare, senza fare nulla, facendo loro anche un po' paura. Perché anzi, i fantasmi di quello stesso sguardo e desiderio maschile faranno di tutto per tenerle lì dove sono, come sono. Prigioniere e spaventate. Sottomesse.

La metafora, per quanto chiara, nel libro di Stephen King era camuffata dalla trama e dalla narrazione a cavallo tra thriller e horror, ed erano paura e tensione senza sesso a farla da padrone.
Oggi, sarà che lo si guarda con occhi nuovi e iniettati di scandali, il film di Mike Flanagan la mostra in tutta la sua esemplare evidenza. Un'evidenza così vicina, così riecheggiante la cronaca di questi giorni.
Poi certo, sarebbe anche giusto, e in qualche modo importante, stare a sottolineare come Flanagan abbia girato l'ingirabile, trovando soluzioni creative eppure lineari per tramutare in immagini un racconto che stava tutto dentro la testa di una protagonista, e dei lettori, rendendolo visibile a tutti.
Sarebbe anche giusto. Ma quell'altra cosa, quello specchio così evidente di quello che sta succedendo, succedeva e non dovrebbe più succedere, è ancora più giusta, e attira tutta la nostra attenzione.
Ecco allora perché Il gioco di Gerald è forse il film perfetto da vedere in questi giorni faticosi e orribili di Harvey-gate.

Il gioco di Gerald
Il Trailer Ufficiale del Film - HD
7129
Lascia un Commento