I, Tonya

Titolo originale: I, Tonya

share

I, Tonya è un film di genere biografico, drammatico del 2018, diretto da Craig Gillespie, con Margot Robbie e Sebastian Stan. Uscita al cinema il 22 marzo 2018. Durata 121 minuti. Distribuito da Lucky Red.

Poster
VOTO COMINGSOON
VALUTAZIONE

3.5 di 5 su 1 voti

TRAMA I, TONYA:

I, Tonya si basa sulla vita della pattinatrice Tonya Harding (Margot Robbie), protagonista di uno dei più grandi scandali sportivi nella storia degli Stati Uniti. Prima atleta americana a distinguersi durante i campionati nazionali statunitensi del 1991, per l'esecuzione perfetta di un triplo axel, la parabola discendente della sua carriera comincia appena un anno dopo, quando si piazza in quarta posizione ai Giochi olimpici di Albertville. Conosciuta per il temperamento focoso, che plasma anche lo stile energico e scattante, la Harding finisce sulle pagine dei quotidiani come responsabile dell'aggressione della rivale Nancy Kerrigan (Caitlin Carver). Colpita alle gambe da uno sconosciuto dopo gli allenamenti, la Kerrigan è costretta a ritirarsi dai campionati nazionali. L'incidente pilotato dall'ex marito di Tonya, Jeff Gillooly (Sebastian Stan), consacra la protagonista come una delle figure più controverse e competitive dello sport americano.


PANORAMICA SU I, TONYA:

I Tonya è la storia vera di Tonya Maxene Harding, campionessa di pattinaggio artistico fino al 1994, quando fu radiata dalla US Figure Skating Association dopo una vicenda grottesca.
L'ascesa della Harding dal 1986 al 1991, nonostante qualche problema di salute, fu costante, terminando con la prima esecuzione femminile di un triplo axel ai Campionati Mondiali di Pattinaggio Artistico.
In perenne rivalità interna con la pattinatrice Nancy Kerrigan, vide la sua stella affievolirsi nei tre anni successivi, finché nel 1994 non fu al centro di uno scandalo: durante i Campionati Americani di quell'anno, Nancy Kerrigan fu attaccata da un uomo, che si scoprì poi essere stato assoldato dall'ex-marito di Tonya e dalla sua guardia del corpo: l'idea era spezzare una gamba di Nancy, per liberare Tonya dalla concorrenza in previsione delle Olimpiadi Invernali. Le procurarono tuttavia solo un infortunio transitorio, ottenendo l'effetto opposto di martirizzarla, tanto che durante quest'ultima competizione la Kerrigan riuscì comunque ad arrivare seconda, mentre la Harding si accontentò di un misero quarto posto. Dopo svariate investigazioni e accuse incrociate, si decise che Tonya, pur non mandante dell'attacco, ne fosse al corrente e non avesse mosso un dito per impedirlo. Il risultato delle indagini portò quindi alla fine ignominiosa della sua carriera di pattinatrice. Anni dopo Tonya si diede anche alla boxe come peso leggero (dal 2002 al 2004, senza troppa fortuna). Nel 2010, mentre era incinta, incapace di essere lontana dalle competizioni, riuscì a stabilire un record di velocità alla guida di un'antica Ford Model A del 1931.
Il film è anche coprodotto da Margot Robbie, con una performance che la critica americana ha già ampiamente lodato. A dirigere I Tonya è stato chiamato Craig Gillespie, che qualche cinefilo ricorderà come l'autore, una decina d'anni fa, del provocatorio e toccante Lars e una ragazza tutta sua con Ryan Gosling. A scrivere il copione c'è lo sceneggiatore di Kate & Leopold e P.S. I Love You, Steven Rogers. I Tonya si concentra anche sul burrascoso rapporto che ha legato Tonya a sua madre LaVona Fay Golden, portata sullo schermo da Allison Janney: la vera Harding ha successivamente accusato di essere stata picchiata e umiliata dalla madre già quando aveva sette anni. Ciò non ha impedito alla donna di cucire di persona e a mano i costumi che la figlia avrebbe indossato durante le competizioni... un materiale sufficiente a ispirare il tono da commedia nera vietata ai minori scelto per I Tonya.


  • MUSICHE: Peter Nashel
  • PRODUZIONE: AI-Film, Clubhouse Pictures, LuckyChap Entertainment

Lascia un Commento
Redband trailer - HD
1433
Lascia un Commento