Hereditary - Le Radici del Male

Titolo originale: Hereditary

share

Hereditary - Le Radici del Male è un film di genere drammatico, horror del 2018, diretto da Ari Aster, con Toni Collette e Gabriel Byrne. Uscita al cinema il 25 luglio 2018. Durata 127 minuti. Distribuito da Key Films/Lucky Red.

VOTO DEL PUBBLICO
Grazie del tuo voto
VOTO COMINGSOON
VALUTAZIONE

3.5 di 5 su 136 voti


TRAMA HEREDITARY - LE RADICI DEL MALE:

Hereditary, il film scritto e diretto da Ari Aster, trasforma una tragedia famigliare in qualcosa di funesto e di profondamente inquietante, spingendo il genere horror su un nuovo terreno ancora più agghiacciante.
Quando l'anziana Ellen muore, i suoi familiari cominciano lentamente a scoprire una serie di segreti oscuri e terrificanti sulla loro famiglia che li obbligherà ad affrontare il tragico destino che sembrano aver ereditato.

Il cast del film vede protagonisti principali Toni Collette, Gabriel Byrne, Alex Wolff, Milly Shapiro e Ann Dowd.


PANORAMICA SU HEREDITARY - LE RADICI DEL MALE:

Presentato al Sundance Film Festival 2018 nella sezione Midnight, il film Hereditary, disturbante opera prima di Ari Aster ha conquistato la critica americana che l'ha acclamato all'unanimità come uno degli esordi più brillanti degli ultimi anni.

Prima di questo film, Aster si era già fatto notare nel circuito festivaliero coi corti The Strange Things About The Johnson e Munchausen, incentrati anch'essi su oscuri segreti famigliari ed entrambi visibili sul sito ufficiale del regista.

Tutta la critica e il pubblico che finora ha visto il film concordano su una cosa: Hereditary, a differenza della maggior parte degli horror contemporanei, fa davvero paura.
A molti ha ricordato classici come L'esorcista, Rosemary's Baby o film più recenti ma di indubbio impatto come Babadook.
Il critico di Variety l'ha definito "il film più eccitante del Sundance di quest'anno. Perché "ha la sostanza che dà corpo ai momenti di paura e mira a qualcosa di sofisticato: il modo in cui un danno fisico e mentale diventa parte dello spirito di una famiglia e viene trasmesso come se fosse... uno spirito. Comunque la pensiate sul paranormale, questo è un dramma sintonizzato sugli spettri della comunione genitore-figli che vive in tutti noi".

Dal canto suo, Avi Aster ha dichiarato di essere contrario alla concezione contemporanea dell'horror che mira solo a intrattenere il pubblico, come una corsa sulle montagne russe che non lascia segni dopo esserne scesi. Da sempre ama un cinema diverso e tra i film che l'hanno terrorizzato da bambino cita Carrie di Brian DePalma e Il cuoco, il ladro, sua moglie e l'amante di Peter Greenaway, che non è nemmeno un horror ma che considera terrorizzante e realizzato da un vero misantropo.

CRITICA DI HEREDITARY - LE RADICI DEL MALE:

Osannato negli Stati Uniti, il film d'esordio di Ari Aster è nella forma, nella durata e nella trama il chiaro tentativo di ammantare l'horror di una patina fighetta e art-house che lo possa sdoganare presso il pubblico maistream. Formalista e perfino un po' derivativo nella trama, gioca con l'inquietudine sottile e perturbante dell'incubo, ed esplode in qualche scena suggestiva che, però, pagano il prezzo di uno sforzo poco naturale che a volte cade nel ridicolo involontario. (Federico Gironi - Comingsoon.it)
Leggi la recensione completa del film Hereditary

CURIOSITÀ SU HEREDITARY - LE RADICI DEL MALE:

Il primo montaggio di Hereditary durava 3 ore e Aster è stato costretto a tagliare trenta scene per portarlo a una durata più accettabile.
Letteralmente al centro della storia c'è l'australiana Toni Collette, di cui Aster ha utilizzato quasi sempre la prima ripresa delle scene, visto che era già perfetta al primo ciak. Per un altro film a tema soprannaturale, Il sesto senso, l'attrice è stata candidata all'Oscar nel 2000. Al suo fianco c'è un altro veterano come l'irlandese Gabriel Byrne, attualmente sul set della serie ZeroZeroZero dal libro di Roberto Saviano, con la regia di Stefano Sollima.
Il figlio e la figlia sono interpretati da Alex Wolff, ventenne newyorkese che è stato il giovane Spencer nel remake di Jumanji, e dalla cantante e attrice Milly Shapiro, che ha esordito bambina sui palcoscenici di Broadway. Un ruolo importante è ricoperto da Ann Dowd, straordinaria caratterista che ricordiamo come la zia Lydia della serie The Handmaid's Tale e come co-protagonista di serie di successo come Masters of Sex, The Leftovers e Good Behaviour.

FRASI CELEBRI:

Dal Trailer Italiano Ufficiale del Film:

Annie: Scalda il cuore vedere qui oggi tante facce sconosciute, mia madre si sarebbe commossa...e anche un po' insospettita! Mia madre era una donna riservata, che teneva ai suoi segreti

Annie: È la nonna? Sai che eri la sua preferita, vero? Già quando eri piccola non mi permetteva di darti da mangiare, voleva farlo lei

Annie: A volte giuro che la sento nella stanza!

Annie: Aveva rituali segreti, amici segreti

Charlie Graham (Milly Shapiro): Chi si prenderà cura di me?
Annie: Pensi che io non mi prenderò cura di te?
Charlie: Ma quando tu muori?

Annie: Non ci stava più con la testa...alla fine

IL CAST DI HEREDITARY - LE RADICI DEL MALE:



Lascia un Commento
Nuovo Trailer Italiano Ufficiale del Film - HD
6496
Lascia un Commento