Goksung - La presenza del diavolo: recensione del thriller-horror di Na Hong-Jin

19 maggio 2016
4.5 di 5
15

Un giro di giostra entusiasmante e appassionante che non per questo rinuncia ad affrontare temi di peso senza perdere un grammo della sua potenza. Presentato al Festival di Cannes 2016 e disponibile in streaming su Amazon Prime Video. La recensione di Federico Gironi.

Goksung - La presenza del diavolo: recensione del thriller-horror di Na Hong-Jin

I coreani sono noti essere i “latini” dell'estremo Oriente, le teste calde di quelle parti lì. Lo sappiamo anche tramite il loro cinema, uno dei più vitali dell'Asia e del mondo, specie nella produzione di film d'azione o di thriller nei quali emerge la loro propensione agli improperi e alla violenza viene spesso portata al parossismo, e che sono ricchissimi anche dal punto di vista narrativo, accumulando linee di trama e mescolando spesso toni e generi all'interno dello stesso film.

Tra i migliori thriller coreani degli ultimi anni, The Chaser e The Yellow Sea, diretti dal talento Na Hong-Jin, che questa volta, con Goksung - La presenza del diavolo (che come titolo internazionale ha The Wailing,), salta lo steccato e fa del suo film un vero e proprio horror: sovrannaturale, ma carnalissimo, teso, va costellato di umorismo, un giro di giostra divertente e appassionante che non per questo rinuncia ad affrontare temidi peso senza perdere un grammo della sua potenza.
Perché se in una piccola cittadina delle campagne coreane iniziano ad avvenire omicidi ultra-cruenti, e allo stesso tempo una strana epidemia pare far impazzire alcuni abitanti, mentre umani ferini divorano carcasse nei boschi, e un misterioso giapponese osserva tutto con misteriosa e distante partecipazione, bisogna andare all'origine del male, e riconoscerlo bene.

Si apre con un esergo tratto dal Vangelo di Luca, Goksung - La presenza del diavolo, coi versetti nei quali Cristo risorto affronta lo scetticismo dei suoi apostoli: “Toccatemi e guardate; un fantasma non ha carne e ossa come vedete che io ho.” Affrontare il dubbio, comprendere la natura di quello che ci troviamo di fronte, quindi: parla anche di questo, il film di Na Hong-Jin che mescola le suggestioni più disparate - dal thriller puro alla storia di possessioni demoniache, passando per zombie e fantasmi all'orientale - , che parte come un giallo sanguinosissimo e arriva al melodramma familiare nella storia di un padre che deve salvare una figlia, e che passa per scenette da commedia che strappano più di una risata tra un brivido e l'altro.

Complesso ed elegante senza mai essere barocco, tanto nella messa in scena quanto nei mille rivoli di una sceneggiatura che trabocca di colpi di scena e ribaltamenti, Goksung - La presenza del diavolo mette lo spettatore di fronte agli stessi interrogativi dei suoi protagonisti, al dover scommettere sulla verità: al credere ai propri occhi, senza mettere il filtro di scetticismi inutili e dannosi.
Il misterioso giapponese che vive nel bosco, è il demonio che pare essere? E se sì, perché non credere a tutte le evidenze del caso? E se no, chi è la misteriosa ragazza di bianco vestita che appare di tanto in tanto. A cosa credere? Solo rispondendo a queste domande, quello che all'inizio viene raccontato come un poliziotto goffo e un po' fifone, e che sarà costretto a diventare padre disposto a tutto per salvare la sua bambina, potrà raggiungere i suoi obiettivi.

Na Hong-Jin non ha paura di sporcarsi le mani, né di addentrasi in territori spinosi, cosciente com'è dei suoi mezzi, sicuro e deciso nella gestione dei toni e dei registri, capace di tenere l'elemento umano e il sentimento centrale anche in una storia di demoni e fantasmi. E rapisce per 2 ore e 36 minuti di tensione, spettacolo e colpi di scena, fino a un finale che si si tinge del rosso del sangue e del nero delle anime più cupe, senza speranza, senza seconda chance per chi non crede a quel che vede, per chi preferisce costruire teoremi. Per chi non si fida, o non sa di chi farlo.

Goksung
Il trailer del film, versione originale


  • Critico e giornalista cinematografico
  • Programmatore di festival
Suggerisci una correzione per la recensione
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming
lascia un commento