Gli Onorevoli

Gli Onorevoli

Voto del pubblico
Valutazione
5 di 5 su 2 voti
Genere: Commedia
Anno: 1963
Paese: Italia
Durata: 106 min
Distribuzione: UNIDIS - FONIT CETRA VIDEO, AB VIDEO, CENTER VIDEO, GRUPPO EDITORIALE BRAMENTE, CECCHI GORI HOME VIDEO
Gli Onorevoli è un film di genere commedia del 1963, diretto da Sergio Corbucci, con Totò e Franca Valeri. Durata 106 minuti. Distribuito da UNIDIS - FONIT CETRA VIDEO, AB VIDEO, CENTER VIDEO, GRUPPO EDITORIALE BRAMENTE, CECCHI GORI HOME VIDEO.
Genere: Commedia
Anno: 1963
Paese: Italia
Durata: 106 min
Distribuzione: UNIDIS - FONIT CETRA VIDEO, AB VIDEO, CENTER VIDEO, GRUPPO EDITORIALE BRAMENTE, CECCHI GORI HOME VIDEO
Montaggio: Roberto Cinquini
Produzione: GIANNI BUFFARDI PER JOLLY FILM

TRAMA GLI ONOREVOLI:

Antonio la Trippa, monarchico romantico, cerca di ottenere voti per le elezioni nel suo paese natale. In casa e in città, però, nessuno gli dà credito e Antonio è addirittura costretto a fuggire, così deve abbandonare il suo sogno. L'onorevole Bianca Sereni, del centro moderato, durante la campagna elettorale, si innamora di un giovane scapestrato che finisce per sposare: perde le elezioni ma ha trovato marito. Il senatore Rossani-Breschi, di destra, conduce la sua campagna elettorale in modo salottiero, ma viene coinvolto nel gioco del figlio; trascinato nel ridicolo dovrà ritirarsi. Un giovane intellettuale di sinistra rinuncia ad ogni ambizione politica appena dall'America gli viene offerto un vantaggioso contratto. Il professor Mollica, di estrema destra, spera di conquistare l'elettorato con un discorso alla TV, ma, travolto da uno strano regista, finisce tra un gruppo di ballerine.

CRITICA DI GLI ONOREVOLI:

"Che cosa puo capitare ad un aspirante deputato (...) risponde (...) in chiave satirica Sergio Corbucci con un bel numero di brillanti e validi attori. [...] Film gradevole e abbastanza spiritoso, in cui tutti i partiti sono presi di mira. (...) La più brava ci sembra Franca Valeri nelle vesti di una candidata democristiana". (S. Nati, "Intermezzo", 21/22, 30 novembre 1963)"Si tratta di una scapigliata quanto sboccata satira delle elezioni politiche. L'umorismo non sempre convince, molte pagine sono di maniera, diversi spunti avrebbero richiesto ben altro mordente anche se qualche frecciata coglie nel segno". ('Segnalazioni cinematografiche', vol. 54, 1963)

lascia un commento
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming