Destinazione Piovarolo

Destinazione Piovarolo

Voto del pubblico
Valutazione
3.7 di 5 su 6 voti
Anno: 1955
Paese: Italia
Durata: 95 min
Distribuzione: LUX FILM - RICORDI VIDEO, VIVIVIDEO, RCS FILMS & TV
Destinazione Piovarolo è un film del 1955, diretto da Domenico Paolella, con Totò e Arnoldo Foà. Durata 95 minuti. Distribuito da LUX FILM - RICORDI VIDEO, VIVIVIDEO, RCS FILMS & TV.
Anno: 1955
Paese: Italia
Durata: 95 min
Distribuzione: LUX FILM - RICORDI VIDEO, VIVIVIDEO, RCS FILMS & TV
Fotografia: Mario Fioretti
Produzione: LUX FILM, ISIDORO BROGGI E RENATO LIBASSI PER LA D.D.L.

TRAMA DESTINAZIONE PIOVAROLO

La Quaglia Antonio vince, nel 1922, un concorso per 850 posti di capostazione di III classe: essendo risultato ultimo in graduatoria, viene destinato a Piovarolo, sperduto paesino, dove si ferma giornalmente soltanto un accelerato. Il clima è estremamente piovoso: l'unico svago è il circolo culturale, nel quale un ex trombettiere di Garibaldi ripete ogni sera il racconto dell'episodio, cui si riallaccia la frase storica dell'eroe:"Qui si fa l'Italia o si muore". Quando il vecchietto è vicino a morte, due deputati, uno socialista e l'altro popolare, si contendono una sua dichiarazione, che darebbe alla storica frase garibaldina un'intonazione, rispettivamente socialista o popolare. Ma il vecchietto muore mentre passa il treno che porta a Roma le camicie nere. La Quaglia, che è giunto a Piovarolo pieno d'entusiasmo, è oppresso dalla monotonia di quell'esistenza, che solo la speranza di un trasferimento rende tollerabile. Sotto il Regime, La Quaglia, che non ha saputo uniformarsi del tutto al nuovo stato di cose, resta a Piovarolo ed ha pessime note di qualifica. Costretto al matrimonio, finisce con lo sposare la maestrina del luogo, che lo aveva fatto punire per un'irregolarità; ma in seguito va incontro a nuovi guai, giacché la moglie non è di razza ariana. Mutato il regime, La Quaglia deve combattere con la figliola, signorina di idee moderne e aspirante diva, che trova insopportabile l'esistenza a Piovarolo e, alleandosi alla mamma, l'accusa d'incapacità perché non ha saputo ottenere una promozione. Si presenta finalmente una buona occasione per far valere direttamente le sue ragioni quando, per timore di una frana, deve fermare il treno sul quale viaggia il Ministro delle Comunicazioni. Egli può segnalare il suo caso al Ministro, che si mostra incompetente e svagato e gli fa delle vaghe promesse. Ripartito il treno, il segretario avvertirà il Ministro dei pessimi precedenti di carriera di La Quaglia e questi rimarrà a Piovarolo.

CRITICA DI DESTINAZIONE PIOVAROLO

"(...) Quella di Destinazione Piovarolo è una comicità fine a se stessa e gli intendimenti di satira politica non vanno oltre la macchietta (...). La vicenda è narrata con troppa disinvolta faciloneria forse perchè questa sintesi fra personaggio e periodo superi i limiti della battuta umoristica". (Anonimo 'Cinema Nuovo', 75, 25 gennaio 1956)."Gradevole pur se gracile commediola, in precaria altalena tra comico e patetico, che svolazza su trent'anni di storia italiana, tentando di tanto in tanto, ma con molta cautela, la strada della satira politica. Totò mette da parte la solita macchietta per dare connotati più umani al suo malinconio personaggio, attorniato da una folta schiera di caratteristi bravi quanto lui". (Massimo Bertarelli, 'Il giornale', 12 maggio 2001)

INTERPRETI E PERSONAGGI DI DESTINAZIONE PIOVAROLO

Attore Ruolo
Totò
Antonio La Quaglia
Arnoldo Foà
Podesta'
Marisa Merlini
Sua moglie
Tina Pica
Beppa la casellante
Paolo Stoppa
Onorevole Gorini
Irene Cefaro
Mariuccia sua figlia
Nino Besozzi
Il ministro
Zoe Incrocci
Nipote dell'ex garibaldino
Nando Bruno
Sacrestano
Ernesto Almirante
Ex garibaldino
Leopoldo Trieste
Ispettore delle Ferrovie
Enrico Viarisio
Onorevole de Fassi
lascia un commento
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming