Casper

Casper

( Casper )
Voto del pubblico
Valutazione
4.3 di 5 su 39 voti
Genere: Fantasy
Anno: 1995
Paese: USA
Durata: 98 min
Distribuzione: Universal Pictures, UIP
Casper è un film di genere fantasy del 1995, diretto da Brad Silberling, con Christina Ricci e Bill Pullman. Durata 98 minuti. Distribuito da Universal Pictures, UIP.
Genere: Fantasy
Anno: 1995
Paese: USA
Durata: 98 min
Distribuzione: Universal Pictures, UIP
Fotografia: Dean Cundey
Montaggio: Michael Kahn
Musiche: James Horner
Produzione: Amblin Entertainment, The Harvey Entertainment Company

TRAMA CASPER

Casper è un film del 1995 diretto da Brad Silberling. Carrigan Crittenden (Cathy Moriarty) ha ricevuto in eredità dal suo defunto padre il castello di Whipstaff, un maniero in stile inglese, situato sulle scogliere di Friendship, nel Maine. Il Castello è disabitato da cento anni e occupato da quattro stravaganti fantasmi con delle questioni in sospeso. Tra questi spettri c’è il piccolo dolce Casper (Devon Sawa), gentile e sensibile fantasmino desideroso di fare amicizia con i vivi. Ma Molla, Ciccia e Puzza, i suoi tre svitati zii, fanno di tutto per proteggere il castello da presenze indiscrete e spaventano chiunque entri nell’edificio, ostacolando in questo modo il giocarellone fantasmino. La nuova proprietaria, smaniosa di riuscire a trovare il tesoro segreto che crede sia nascosto in una cassaforte della casa, tenta di tutto per liberare l’edificio da questi dispettosi spettri che impediscono agli operai di procedere nella demolizione dell’immobile.
Ma nessun intervento risulta essere efficace e come ultimo tentativo, Carrigan decide di affidare la disinfestazione al medium più famoso degli Stati Uniti, il dottor James Harvey (Bill Pullman). A seguirlo in questa impresa è la figlia Kat (Christina Ricci), la quale si trova subito a fare amicizia con il mite fantasmino. Casper racconta a Kat della sua vita passata ammettendo di ricordare poche cose, inducendo la sua nuova amica a escogitare un piano per riattivare i suoi ricordi. La ragazzina scopre, leggendo alcuni vecchi giornali, che il padre del fantasma era un grande inventore che dopo la scomparsa del figlio aveva escogitato un modo per riportarlo in vita, costruendo un particolare marchingegno ancora conservato nei sotterranei del castello. Nel frattempo James, alle prese con i tre bizzarri spettri che pur di ostacolare il suo lavoro arrivano a distruggergli attrezzi e apparecchiature, scopre che i fantasmi hanno conosciuto Amelia, la sua adorata moglie morta anni addietro, e forse potrebbero mettersi in contatto con lei…

CRITICA DI CASPER

"'Casper' è il classico film per stupire comuni spettatori mortali, cui offre anche una porzione di melenso finale, rispetto cui Cenerentola sembra scritta da Bresson. Ma il divertimento è indubbio, specie quando l'autore, evidente ammiratore di Tim Burton, si applica all'osservazione umoristica: per esempio nel mimetizzarsi ovunque, tra quadri, orologi e carillon, di 'Casper', il piccolo diverso come 'E.T.' ed emarginato come 'Edward mani di forbice', ma che sa volare a scopi romantici come Batman: o negli scherzi all'imbranato dr. Dangerfield ed Eastwood. Protagonisti; naturalmente, gli effetti speciali del computer che incastra umani e spiriti per 40 minuti buoni di proiezione, rendendo veri personaggi digitali i fantasmi traslucidi tridimensionali, con l'esborso di due anni di lavoro e 28.000 miliardi di bytes, come 19 milioni di floppy disc (al conteggio crediamo sulla parola): al confronto 'Jurassic Park' era un gioco da ragazzi. In più, se volete, ci si abitua anche a parlare, in termini di intrattenimento sentimentale, di vita e di morte, almeno così come la vede la Industrial Light & Magic." (Maurizio Porro, 'Il Corriere della Sera', 11 Dicembre 1995)"'Casper' è un divertente prodotto per bambini dove le meraviglie della tecnologia e gli incontri ravvicinati tra attori e spettri sono perfezionatissimi. Ma è anche un film - come lo fu 'Ghost' - nel quale l'inconscio collettivo (e con esso l'aldilà dell'altro e l'identità smarrita di sé, si rimescola con buona dose di grazia e una disinvolta foga eclettica: le classiche situazioni gotiche virano nel visionario, 'Frankenstein' in 'Cenerentola', 'Ghostbusters' in 'Beetlejuice'. E 'Casper', dopo una notte trascorsa da vero ragazzo, torna per sempre al suo destino di fantasma, archetipo fatale dei desideri e delle paure, d'un cinema utopico (Spielberg, Lucas, Zemeckis, Burton) che vorrebbe colonizzare il magico, riportare in vita, grazie agli esorcismi tecnologici, fantasmi (o dinosauri, o conigli), oltrepassare la soglia che tiene separate anima, animazione e animali. Nel film cameos di Mel Gibson, Clint Eastwood e Dan Aykroyd." (Fabio Bo, 'Il Messaggero', 11 Dicembre 1995)"Certo, trattandosi di una produzione firmata Spielberg, ci sono vari effetti speciali anche computerizzati, coordinati da due Premi Oscar, Michael Lantieri e Dennis Muren, ma a parte il fatto che non sono molto appariscenti perché tutto sommato si limitano a far attraversare al fantasmino pareti e porte chiuse, non sono, come invece in altri casi, veramente essenziali alla vicenda dominata soprattutto dal garbo dell'assunto e dai climi fragranti di quel mondo di bambini considerati metà con i piedi sulla terra e metà nei mondi dell'immaginario e dei sogni. La bambina è Christina Ricci, già addestrata a questi giochi dalla sua partecipazione alla 'Famiglia Addams', il suo eccentrico papà è il Bill Pullman di 'Un amore tutto suo', fra gli zii fantasmi spiccano soprattutto Cathy Moriarty e Eric Idle, membro a suo tempo, quest'ultimo, della congrega demenziale dei Monty Python. Vorrebbero far ridere ma, in tutto il film, convincono di più le emozioni gentili che lo attraversano dalla prima pagina all'ultima." (Gian Luigi Rondi, 'Il Tempo', 18 Dicembre 1995)

CURIOSITÀ SU CASPER

Produttore esecutivo: Steven Spielberg.

Il film ha ottenuto un buon successo commerciale con incassi totali che si aggirano intorno ai 200 milioni di dollari. Ha ricevuto svariati riconoscimenti, tra cui 1 premio Saturn Award a Cristina Ricci come Miglior attrice emergente.

Casper è basato sul personaggio omonimo, protagonista di cartoni animati e fumetti. Nel film si è fatto largo uso della computer-generated imagery per riproddurre i fantasmi. Casper è stato il primo e unico lungometraggio ad avere come protagonista un personaggio realizzato interamente in CGI. La pellicola è stata girata principalmente presso gli Universal Studios di Los Angeles.

SOGGETTO DI CASPER

Personaggi di Joseph Oriolo

INTERPRETI E PERSONAGGI DI CASPER

Attore Ruolo
Christina Ricci
Kathleen 'Kat' Harvey
Bill Pullman
Dottor James Harvey
Cathy Moriarty
Carrigan Crittenden
Ben Stein
Sig. Rugg
Don Novello
Padre Guido Sarducci
Fred Rogers
Sig. Rogers
Terry Murphy
Se stessa
Chauncey Leopardi
Nicky
Spencer Vrooman
Andreas
Rodney Dangerfield
Se stesso
Amy Brenneman
Amelia Harvey
Mike Simmrin
Fantasma
Devon Sawa
Casper
J.J. Anderson
Studente
Garette Ratliff Henson
Vic Dephillippi
Jessica Winson
Amber Whitmire
Wesley Thompson
Sig. Curtis
Michael Dubrow
Studente
Micah Winkelspecht
Studente

LE ULTIME NEWS DI CASPER

lascia un commento
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming