Anna Karenina

Titolo originale: Anna Karenina

share

Anna Karenina è un film di genere drammatico del 2012, diretto da Joe Wright, con Keira Knightley e Jude Law. Uscita al cinema il 21 febbraio 2013. Durata 130 minuti. Distribuito da Universal Pictures.

Poster
VOTO DEL PUBBLICO
Grazie del tuo voto
VOTO COMINGSOON
VALUTAZIONE

2.9 di 5 su 615 voti

TRAMA ANNA KARENINA:

Siamo nel 1874. Energica e bella, Anna Karenina ha quello che tutti i suoi contemporanei aspirerebbero ad avere; è la moglie di Karenin, un ufficiale governativo di alto rango al quale ha dato un figlio, e la sua posizione sociale e reputazione a San Pietroburgo non potrebbe essere più alta. Anna si reca a Mosca dopo aver ricevuto una lettera da suo fratello, un dongiovanni di nome Oblonsky, che le chiede di raggiungerlo per aiutarlo a salvare il suo matrimonio con Dolly. In viaggio, Anna conosce la Contessa Vronsky e, alla stazione, suo figlio, l'affascinante ufficiale di cavalleria Vronsky. Quando Anna viene presentata a Vronsky, scoppia immediatamente una scintilla di reciproca attrazione che non può essere ignorata – e non lo sarà.


CRITICA DI ANNA KARENINA:

Prima ancora che di Joe Wright questa nuova versione cinematografica del romanzo di Lev Tolstoj è dello sceneggiatore Tom Stoppard che, rileggendo con sguardo contemporaneo una vicenda datata quasi un secolo e mezzo, ne ha esaltato strutture e meccanismi così diversi da quelli cui siamo abituati. Portandone in primo piano, letteralmente, la natura teatrale, il balletto dei personaggi, l’agile meccanismo dei cambi di scena e di location. Wright, chiuso quasi sempre nel teatro fisico che ospita vicende e protagonisti ideato da Stoppard, non fa altro che assecondare queste dinamiche, trovando nelle limitazioni lo stimolo per dare applicazione pratica alle sue capacità visive in maniera paradossalmente meno barocca di quanto avveniva nei suoi precedenti lavori in costume di derivazione letteraria. Il tono guarda senza timore al kitsch di Baz Luhrmann e del pop prende anche quella leggerezza quasi caricaturale che, non a caso, è incarnata dal personaggio di Matthew MacFayden cui è affidato l’onore di aprire le danze. Per un po’ la scommessa di Stoppard e Wright è vinta, l’idea funziona e intriga, anche se col procedere di un racconto comunque assai pomposo e ultrasaturo emergono i limiti. (f.g.)

CURIOSITÀ SU ANNA KARENINA:

Adattamento del celebre romanzo di Lev Tolstoj



Lascia un Commento
Il trailer italiano del film
21644
Lascia un Commento