Zoe Saldana attaccata su Twitter dalla famiglia di Nina Simone

- Google+
38
Zoe Saldana attaccata su Twitter dalla famiglia di Nina Simone

Gli eredi della straordinaria interprete di musica jazz, scomparsa nel 2003, non hanno mai dato la loro benedizione al progetto. Fin dall'annuncio risalente a quattro anni fa, la scelta di Zoe Saldana per incarnare Nina Simone sollevò critiche da un ampio numero di ammiratori della cantante e pianista. L'attrice, americana di origini latine, è stata sottoposta ogni giorno di riprese a sedute di trucco per scurirsi la pelle e avvicinare i propri tratti somatici a quelli più marcatamente africani di Nina Simone. La figlia di quest'ultima disse nel 2012 che non riteneva Saldana la scelta migliore per interpretare sua madre e che meglio avrebbe visto attrici come Kimberly Elise e Viola Davis in quanto "entrambe sono donne di colore con bellissime labbra carnose, ampie narici e che fanno bene il loro mestiere".

In concomitanza con l'uscita del primo trailer di Nina, Zoe Saldana ha scritto su Twitter la frase "Ti dirò cos'è la liberta per me: nessuna paura... Dico sul serio, niente paura" citando Nina Simone. La risposta al tweet da parte di chi gestisce l'account ufficiale degli eredi della cantante è stata lapidaria: "Bella storia, ma per favore non pronunciare più il nome di Nina. Per il resto della tua vita" che in inglese suona un filo più aggressivo, "Cool story but please take Nina's name out your mouth. For the rest of your life". Saldana è diventata così il bersaglio di un film biografico non desiderato che la regista Cynthia Mort ha scritto e diretto restando convinta della propria visione.



Antonio Bracco
  • Giornalista cinematografico
  • Copywriter e autore di format TV/Web
Lascia un Commento
Schede di riferimento
Lascia un Commento