Schede di riferimento
News Cinema

Zigulì: essere padri ed essere figli, oltre la disabilità. Un documentario da non perdere di Francesco Lagi

245

Già autore di un omonimo spettacolo teatrale tratto dal libro di Massimiliano Verga che racconta del suo rapporto con un figlio gravemente disabile, Lagi ha girato questo film, che il rapporto tra Massimiliano e suo figlio Moreno lo racconta direttamente, in maniera emozionante e commovente. Lo potete e dovete vedere in streaming su RaiPlay.

Zigulì: essere padri ed essere figli, oltre la disabilità. Un documentario da non perdere di Francesco Lagi

Francesco Lagi è un regista, uno sceneggiatore, un drammaturgo.
La sua più recente fatica è la serie tv Netflix che si chiama Summertime, di cui sta realizzando la seconda stagione, ma per capire meglio l'autore e le sue vere corde bisognerebbe recuperare quello che al momento è il suo primo e unico film di finzione, un piccolo gioiello intitolato Missione di pace. O, ancora meglio, andare a teatro per vedere alcune delle pièce da lui scritte e dirette, e messe in scena con la sua compagnia, che si chiama Teatrodilina, in omaggio a una cagnetta cui Lagi è molto affezionato.
I titoli di quegli spettacoli sono "Le vacanze dei signori Lagonia"; "Gli uccelli migratori"; "Il bambino dalle orecchie grandi"; "Quasi Natale"; "Brina". Giusto per citarne alcuni.
E poi c'è Zigulì.

Zigulì è un atto unico interpretato da Francesco Colella (che con Anna Bellato, Silvia D'Amico, Leonardo Maddalena e Mariano Pirrello è uno degli attori che più di frequente appaiono negli spettacoli della compagnia), ed è l'adattamento teatrale, firmato da Lagi, di un libro omonimo in cui Massimiliano Verga racconta della sua vita difficile, tenera, violenta, drammatica, affettuosa ed esilarante con un figlio gravemente disabile.
"Un diario intimo che racconta un’esperienza estrema di paternità," lo definisce il sito ufficiale di Teatrodilina.
Zigulì è però anche il titolo di un film. Un film documentario che Lagi ha girato per raccontare la vera vita di Massimiliano Verga. La sua vita assieme a quel figlio così difficile. La sua esperienza estrema di paternità.
Zigulì è stato mandato in onda per la prima volta da Rai Uno due giorni fa, in tarda serata, come parte di uno Speciale TG1. Se non l'aveste visto, il consiglio è quello di andare a recuperarlo immediatamente su RaiPlay, dove è ancora disponibile.

Lagi aveva già tradotto l'intensità del libro di Verga in uno spettacolo emozionante e commovente (anche grazie all'interpretazione di Colella), ma è davvero incredibile il modo in cui ha trovato la posizione, la distanza giusta e lo sguardo giusto per raccontare la quotidianità di Massimiliano e di suo figlio Moreno, della loro situazione così particolare ed estrema.
Ma il vero, piccolo grande miracolo del documentario di Lagi è quello di non aver fatto un film sulla disabilità, ma sul grande mistero e la profondità e la complessità del rapporto tra un padre e un figlio.
In Zigulì i problemi e le domande e le ossessioni di Massimiliano sono, portate all'estremo e al parossismo doloroso, quelle di tutti i padri, e il suo non sapere del figlio (cosa pensa, se sente la sua mancanza, cosa ne sarà di lui in futuro, come togliergli il dolore e aiutarlo), sono le stesse cose che si chiedono e fanno - in miliardesimo, certo - tutti i giorni tutti i genitori.
Così come, allo stesso modo, parla del mistero di essere figlio. E di come sia impossibile conoscersi davvero, padri e figli, ma forse anche tutti gli altri, se non amandosi.

Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming
Schede di riferimento
  • Critico e giornalista cinematografico
  • Programmatore di festival
Suggerisci una correzione per l'articolo