News Cinema

X-Men, Dark Phoenix: ottimismo e politica nelle parole di Michael Fassbender e Jessica Chastain

51

Gli attori hanno presentato il prossimo cinecomic insieme a James McAvoy e Sophie Turner.

X-Men, Dark Phoenix: ottimismo e politica nelle parole di Michael Fassbender e Jessica Chastain

Il 6 giugno sbarca in sala X-Men Dark Phoenix, ultimo atto della saga dei mutanti a cura della Fox, ormai acquisita (nei suoi asset cinematografici) dalla Disney. Michael Fassbender (Magneto), James McAvoy (Xavier), Sophie Turner (Jean Grey) e Jessica Chastain hanno presentato il film in conferenza stampa, in diretta da Londra. I temi del lungometraggio, scritto e diretto da Simon Kinberg, hanno presto portato gli attori a toccare questioni che ci riguardano da vicino.

I ruoli femminili e la rivendicazione di una rappresentazione a tutto tondo della donna anche in questi lungometraggi sono sicuramente questioni centrali per Jessica Chastain e Sophie Turner. Fresca del Trono di Spade appena concluso, quest'ultima si è detta affascinata dalla sua Jean, "protagonista e antagonista al tempo stesso", una zona grigia interessante, che si estende anche all'antagonista relativamente univoca portata sullo schermo dalla Chastain. Due donne che si danno man forte sullo schermo, e una di loro (Jean) è il personaggio più potente della vicenda. In sala stampa si suggerisce: un passo avanti considerevole per Hollywood? Jessica non ha parole molto dolci per lo "studio system" quando si tratta di dare alle donne parti interessanti: qui accade, è vero, ma "poteva esser fatto molto prima. [...] Il film è interessante anche perché esplora la furia femminile, il lato oscuro delle donne, senza il quale il lato chiaro non esisterebbe. E' liberatorio".


L'idea di un'emancipazione si può allargare ed estendere tranquillamente ai reietti, di cui, come ci ricorda Fassbender, i mutanti marveliani sono sempre stati il simbolo. "Potremo mai evolverci? Se ci fate caso, nel mondo, gli esseri umani si rivelano sempre tribali: anche se sembra che si siano evoluti dai primordi, scatta spesso una regressione. La recessione ultimamente ci rende arrabbiati, cerchiamo sempre un altro responsabile. Dovremmo imparare dal passato, ma non lo facciamo. Io però rimango ottimista, i giovani sono positivi."

A proposito di giovani e vecchi, si sono mai ribellati all'autorità, come avviene agli X-Men contro Xavier nel film? "A un certo punto succede sempre che i figli si rendono conto che i genitori non hanno sempre ragione" - ci dice Sophie - "E' il momento in cui loro capiscono che non sei più una bambina." Jessica sostiene che l'autorità diventa un problema quando è "vecchia" e non riesce ad evolversi: lo capì già al college quando chiese come mai ci fossero più parti da recitare per gli uomini che per le donne. Le fu risposto che si scrivevano semplicemente più parti per gli uomini, senza far intendere che fosse uno stato di cose da modificare.

E' il limite che ha Xavier nel film: secondo McAvoy, mente non solo agli altri, ma in fondo pure a se stesso, anche se dal suo punto di vista crede di essere in buona fede. James sostiene che abbiamo nel nostro DNA la necessità di mettere in dubbio l'autorità, prima o poi. Fassbender gli fa eco: "A volte i bambini si ribellano ai genitori apposta, vogliono capire fin dove si possano spingere. Comunque la combinazione che mi terrorizza di più è autorità più ignoranza, quello è il vero problema!"



  • Giornalista specializzato in audiovisivi
  • Autore di "La stirpe di Topolino"
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming