News Cinema

Wanted, possibile un sequel realizzato in screenlife? E cosa significa?

80

Wanted con Angelina Jolie e James McAvoy potrebbe forse ripartire come film "desktop" in stile Unfriended? Il regista Timur Bekmambetov garantisce che è uno stile fatto per durare.

Wanted, possibile un sequel realizzato in screenlife? E cosa significa?

Il violento ma divertente Wanted con Angelina Jolie e James McAvoy incassò nell'ormai lontano 2008 oltre 340 milioni di dollari per un costo di 75: davvero una buona performance che si è sperato per anni desse origine a un sequel, peraltro ventilato dal regista Timur Bekmambetov in più di un caso, almeno fino al 2012. Ora sembra che qualcosa si possa muovere, ma in una direzione alquanto inaspettata, almeno nell'ambito del franchise basato sulla graphic novel di Mark Millar e J. G. Jones. Wanted 2 potrebbe diventare un film "screenlife".

Se non conoscete questo nuovo stile di ripresa, o per meglio dire di "confezionamento" di un film, ecco di cosa si tratta in poche parole: Screenlife è un film come Unfriended, cioè la ripresa di un desktop (in piano sequenza o meno), in cui la storia viene raccontata tramite app simili a quelle che usiamo tutti i giorni. La vicenda si dipana tra messaggistica istantanea, chat, webcam, social, browser e via discorrendo, facendo leva sul sound design e sul layout dello schermo che cambia costantemente, a mano a mano che il puntatore del mouse modifica la disposizione degli elementi sul desktop. Questo tipo di simulazione ha già preso piede in alcuni videogiochi, ma naturalmente la sua attuazione in campo lineare cinematografico implica una grammatica differente. Bekmambetov si è fatto sostenitore di questo stile, avendo promosso appunto anche Unfriended: Dark WebSearching e Profile, diretto da lui stesso. Riguardo alle modalità con cui Wanted potrebbe funzionare in un simile contesto, Timur ha dichiarato a Deadline:

Un sequel si potrebbe fare in Screenlife. Non riesco a immaginare un killer nel mondo di oggi che se ne va in giro con una pistola. Perché? Userebbe i droni, userebbe la tecnologia dei computer, probabilmente. Non hai più bisogno di curvare la traiettoria del proiettile, devi curvare le idee.

Al di là dei manifesti poetici, lo stile screenlife comincia a destare l'appetito delle major, perché va da sè che un film realizzato in quel modo, per quanto non scevro di impegno sul fronte grafico, sonoro e anche di ripresa, è parecchio più economico da realizzare rispetto a un lungometraggio normale. La Universal ha appena commissionato a Bekmambetov altri cinque film realizzati in questo modo: siamo soltanto all'inizio. In ogni caso, un sequel di Wanted, come fu suggerito nel 2012 dal cosceneggiatore Derek Haas, avrebbe visto il personaggio di McAvoy agire quattro anni dopo gli eventi narrati nel primo film, impegnato a reclutare una ragazza, che si trovava nella sua stessa situazione di quattro anni prima.

Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming