Volevo nascondermi: al via a maggio il film con Elio Germano su Antonio Ligabue

- Google+
176
Volevo nascondermi: al via a maggio il film con Elio Germano su Antonio Ligabue

Cominceranno nel mese di maggio e si svolgeranno principalmente a Reggio Emilia e nel territorio limitrofo le riprese di Volevo nascondermi, la nuova regia cinematografica di Giorgio Diritti. Al centro del film, che sarà un biopic e che è stato scritto dallo stesso Diritti insieme a Tania Pedroni e Fredo Valla, la figura di Antonio Ligabue, grande pittore naif emiliano che dipingeva tigri, gorilla, leoni e giaguari vivendo negli sconfinati pioppeti delle golene del Po. A prestare il volto all'artista, che ispirò documentari e canzoni e che attraverso il talento e la genialità seppe riscattarsi da solitudine, emarginazione e malattia mentale, sarà Elio Germano, in un'interpretazione che certamente sarà mirabile e frutto di un lungo studio.

A produrre Volevo nascondermi è la Palomar, a cui dobbiamo un'altra grande biografia su grande schermo sempre con Elio Germano: Il giovane favoloso. In corrispondenza del primo progetto cinematografico che interesserà direttamente il territorio reggiano, la società di produzione sta elaborando un percorso - d'intesa con la Regione Emilia-Romagna e con le Istituzioni locali di Reggio Emilia - finalizzato a creare una propria unità operativa locale, con l'obiettivo di dare continuità alla propria azione produttiva dei prossimi anni nella regione. Entro la prossima estate, infatti, la Palomar ha in programma di insediare a Reggio Emilia una propria unità produttiva all’interno del Tecnopolo per la ricerca industriale, attorno al quale si sta sviluppando il Parco Innovazione, il progetto di trasformazione della storica area industriale dismessa delle Ex Officine Reggiane nel primo polo europeo di carattere scientifico-tecnologico-umanistico al servizio delle imprese e della ricerca.

Giorgio Diritti, a cui dobbiamo Il vento fa il suo giro e il pluripremiato L'uomo che verrà, torna dietro alla macchina da presa per dirigere un film di finzione a cinque anni di distanza da Un giorno devi andare (con Jasmine Trinca). Quanto a Elio Germano, che oltre a Giacomo Leopardi è stato San Francesco d'AssisiMarco Baldini, lo abbiamo visto nel 2017 ne La tenerezza e in Questione di Karma, e lo troveremo ad aprile nel film di Daniele Luchetti Io sono tempesta.



Lascia un Commento
Lascia un Commento