News Cinema

Venom: La furia di Carnage ha un curioso primato tra gli ultimi cinecomic

Venom: La furia di Carnage si distingue per una caratteristica atipica nel mondo dei cinecomic Marvel o DC, una caratteristica che fa piacere agli spettatori meno pazienti...

Venom: La furia di Carnage ha un curioso primato tra gli ultimi cinecomic

Venom: La furia di Carnage è partito molto bene all'ultimo boxoffice italiano del weekend, registrando un record dalla sudata riapertura delle sale in primavera. In realtà il sequel firmato da Andy Serkis e interpretato come sempre da Tom Hardy, questa volta contro il Carnage di Woody Harrelson, ha anche un altro piccolo, curioso primato. In un'epoca in cui i grandi eventi cinematografici non scendono sotto le due ore di durata, con casi sempre più frequenti di opere da 150 minuti e oltre (No Time to Die sfiora le tre ore!), Venom: La furia di Carnage dura appena 97 minuti, titoli di coda inclusi. Una scelta di stringatezza apparentemente controtendenza, specie se consideriamo che il primo Venom toccava i 112. Per trovare un altro cinecomic poco più breve, dobbiamo tornare ai Fantastici 4 e Silver Surfer del 2007, molto poco apprezzato lungometraggio, con una durata di 92.

Venom: La furia di Carnage, una durata controtendenza in quest'epoca cinematografica

I kolossal chilometrici sono sempre esistiti, ma da tempo Hollywood sembra aver deciso con ancora maggiore fermezza che la creazione di grandi "eventi" cinematografici passa per una durata corposa dell'esperienza, procedendo per quantità. Non è detto tuttavia che far viaggiare paralleli minuti e incassi porti sempre bene: ne è un eclatante esempio la delusione al boxoffice di Black Widow (134 minuti), lì dove Venom: La furia di Carnage ha già fatto sorridere la Sony con 283.700.000 dollari d'incasso nel mondo, a fronte di un budget di 110.
Si dice, liquidando la questione con utopistica semplicità: "L'importante è che il film duri quanto deve durare." La tendenza al binge watching di ore e ore di serie televisive non sempre brevi non avrà forse sbloccato la resistenza dello spettatore medio ai minutaggi sterminati? Che l'usanza delle durate smodate abbia ormai irreversibilmente lasciato il segno sugli spettatori? Il pubblico potrebbe sentirsi defraudato se un "grande evento" durasse meno di due ore? In stile recensione di un ristorante ("Piatti abbondanti"), con buona pace di chi, come chi vi scrive, preferirebbe mantenersi leggero? Leggi anche Venom La furia di Carnage e il rapporto con Matrix 4

Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming