News Cinema

Uwe Boll accusa Paul Thomas Anderson di aver copiato il poster de Il filo nascosto da un suo film

24

L'ex regista tedesco diventato ristoratore si sfoga su Twitter.

Uwe Boll accusa Paul Thomas Anderson di aver copiato il poster de Il filo nascosto da un suo film

Entrambi hanno fatto film memorabili, su questo non c'è dubbio. Da una parte abbiamo l'americano Paul Thomas Anderson, autore di capolavori quali Magnolia, Il petroliere e The Master, dall'altra abbiamo il tedesco Uwe Boll, produttore di se stesso e regista di tante "cose" come Alone in the Dark, In the Name of the King e Postal. Boll, che si è ritirato dal mondo dell'entertainment nel 2016 e ora è proprietario del ristorante Bauhaus di Vancouver, è considerato uno dei peggiori registi della storia del cinema. È stato artisticamente massacrato dai critici e spesso anche dai fan dei videogame da lui adattati per farne versioni cinematografiche. L'ex regista non ha mai preso bene le critiche negative e, con cafoneria da autentico bullo, ha insultato pesantemente i critici nel corso degli anni, a un certo punto invitandone alcuni ad un incontro di boxe per vedere se avevano fegato di massacrarlo anche dal vivo.

Con questo quadretto riepilogativo, si può incorniciare meglio l'uscita su Twitter di Uwe Boll che scrive "Non ci avrei creduto ma Paul Thomas Anderson ci sta dando un verificabile "vaffanculo" dopo che io ho criticato Il filo nascosto su Uwe Boll: Raw... guardate questo poster. Non è una coicindenza". Il poster "plagiato" è quello del film BloodRayne, diretto dal tedesco nel 2005. Boll ha un canale YouTube chiamato Uwe Boll: Raw in cui esprime recensioni e pensieri in libertà e lo scorso 26 dicembre, a proposito del film di Anderson, aveva detto che Il filo nascosto "è una noiosa cagata" e che Daniel Day-Lewis aveva annunciato il suo ritiro ritiro dalle scene "per essersi reso conto di aver sprecato gli ultimi due anni a prepararsi come un idiota per quel ruolo di stilista". In questa estrema onestà d'opinione, Boll dice anche che Il petroliere è secondo lui uno dei migliori film degli ultimi quindici anni.

È buffo che Boll sostenga che il poster de Il filo nascosto sia una risposta alla sue parole, quando chiaramente esisteva già da prima che il regista tedesco vedesse il film. È ancor più buffo che lui se la prenda direttamente con PTA (che non risponderà mai) quando sa bene che il corredo grafico di un film è deciso dall'ufficio marketing. È buffa in generale tutta questa faccenda che però ha generato ottimi commenti al tweet di Boll:

  • "Chi se ne frega"
  • "Sei il Donald Trump dei filmmmaker"
  • "Mi piaci perché sei pazzo"
  • "Non credo che PTA sappia della tua esistenza"
  • "Ti consiglio di attaccar briga con Paul WS Anderson che è più al tuo livello, ma comunque sempre meglio"
  • "Non è un plagio, è un omaggio"

O forse Boll è un gran furbone e con questa faccenda si è guadagnato un paio di follower in più.



  • Giornalista cinematografico
  • Copywriter e autore di format TV/Web
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming