News Cinema

Underworld 4 Il Risveglio: una nuova visione della saga

Scopriamo insieme segreti e curiosità sulla realizzazione di Underworld 4 il risveglio, il nuovo capitolo della saga che vede il ritorno di Kate Beckinsale nei panni di Selene. Le scenografie, i costumi, il 3D, di tutto questo ci parlano i realizzatori del film.



Scenografie e ambientazioni del film:

Underworld 4: Il risveglio porta Vampiri e Lycan sotto la fredda luce del mondo umano e questo ha permesso ai realizzatori di differenziarlo profondamente dal vecchio mondo fantasy del passato. A Vancouver in Canada hanno trovato tutto ciò di cui avevano bisogno: lo skyline di una città moderna, territori disabitati intorno e un'atmosfera cupa.
Le strade umide e tetre di Vancouver hanno fornito l'ambientazione dark che i realizzatori volevano, mentre l'architettura modernista ha fornito l'ispirazione per l'immensa città senza nome. "Underworld non è il nostro mondo", dice uno dei due registi del film Mårlind. "Non si può dire che sia Mosca o New York o Roma. E' Underworld. Per questo ci è piaciuta tanto, perché potevamo sperimentare nuove idee".
“Se ci si guarda intorno, si vede un'architettura di cemento", continua, "molto diversa dallo stile gotico di città come Budapest, ma ha un'atmosfera cool che è stata molto divertente da esplorare".
I realizzatori hanno dato alla loro città uno skyline che si ispirava agli edifici dell'era sovietica in Europa orientale. "Abbiamo voluto un look molto particolare, quello dello stile architettonico conosciuto come realismo socialista", dice lo scenografo Claude Paré. "Era lo stile predominante nell'epoca comunista, funzionale, disadorno e lineare, con palazzi grigi di cemento, simmetrici e squadrati. A Vancouver ci sono molti edifici progettati dall'architetto Arthur Erickson che si adattavano a questo profilo e abbiamo avuto la fortuna di poterne usare alcuni, come la Simon Fraser University, che nel film è diventata il quartier generale di Antigen".
Con la tecnologia laser chiamata LIDAR, James McQuaide, produttore esecutivo e supervisore degli effetti speciali ha potuto ridisegnare lo skyline di Vancouver, seguendo le richieste dei registi, realizzando così una città completamente nuova per il mondo umano di Underworld: Il risveglio, una città che non è riconoscibile, perché non esiste.
"Abbiamo scannerizzato vari edifici in giro per Vancouver, poi abbiamo messo insieme le immagini per creare una specie di foto composta", dice McQuaide. "Se si conosce bene Vancouver forse gli edifici sono riconoscibili, ma non sono situati uno vicino all’altro come li abbiamo allineati noi. Dopo aver colto la reale geometria degli spazi, di fatto abbiamo ricreato quello che c'era. Poiché erano dati, non eravamo legati a qualche angolo particolare, la macchina da presa poteva muoversi liberamente nello spazio virtuale".
Lo scenografo Paré ha ideato anche il covo in cui si nascondono i Vampiri. Cacciati fin quasi all'estinzione, un piccolo gruppo di loro si è rifugiato nei sotterranei di una centrale idroelettrica. "La fortuna ha voluto che ad appena trenta minuti da Vancouver ci fosse una fantastica centrale idroelettrica".
Sia il rifugio che gli interni di Antigen sono stati costruiti in teatro. "Vancouver ha molti teatri attrezzati che abbiamo usato per costruire i set", dice Wright, “e anche abilissimi artigiani che si sono rivelati molto utili. Abbiamo creato un rifugio simile a una cripta medievale e poi gli interni high-tec in vetro e cemento di Antigen".


Il costume di Selene:


Il caratteristico costume di Selene è stato creato dalla costumista candidata agli Academy Award® Monique Prudhomme. "La prima volta che l'ho vista con il costume ho pensato 'è tornata!'", dice Prudhomme. "La sfida è stata trovare un tessuto che avesse lo stesso aspetto e fosse comodo e la guaina di latex indossata da Kate, che è così bella e atletica, appariva fantastica. Il costume è completato anche da un bustino di pelle ricamato che è un po' la sua corazza".
Ma l'attrice accentua la spavalderia del personaggio con un mantello oversize. "E' un soprabito di pelle con ricami molto elaborati sulle spalle, sul petto e sulle maniche", dice la costumista. "Le permette un grande movimento circolare e inserisce nel suo look la tradizione dei Vampiri".
Indossare quel costume è stato come tornare a casa, dice Beckinsale. "All'inizio ero nervosa, ma poi mi sono sentita completamente a mio agio".


Il trucco di Eve, ibridoVampiro-Lycan:


Il responsabile degli effetti del trucco Todd Masters ha avuto il compito di creare una visualità originale per Eve, il primo ibrido Vampiro-Lycan. "E' stato un grande onore per me ricevere questo incarico", dice Masters. "La tecnologia e la tecnica artistica si sono sviluppate molto rapidamente e la sfida è dura. L'ibrido Eve subisce alcune trasformazioni, ma è importante vedere India dietro, e in questo modo non è solo un mostro, abbiamo voluto che emergesse la performance. Per lei abbiamo preparato dei denti molto interessanti, oltre a lenti a contatto e straordinarie unghie rosso cupo".
Eisley dice che quel trucco elaborato è stato un modo per lei di completare il personaggio. "Mi è piaciuto molto. Ho messo le zanne dei Lycan, che sono molto grandi e ruvide, e lunghi artigli rosso sangue. Le lenti a contatto erano un mix unico di nero e blu, perché Eve non è né un vero Lycan né un vero Vampiro. Le lenti non sono state un problema, invece gli artigli sì: erano incollati alle mie dita e ogni volta sembrava che mi stessero strappando le unghie. Ma erano favolosi!".


Stunt e azione:


Oltre a presentare nuovi personaggi e una nuova ambientazione, Underworld: Il risveglio intensifica anche il ritmo dell'azione rispetto ai film precedenti. "Per il primo film praticamente non avevamo un vero budget", dice Wright. "Quello che però ha funzionato sono stati l'atmosfera, la storia e la recitazione. In questo invece c'è una quantità di lavoro con i cavi, vediamo Selene saltare recinti e compiere balzi impossibili. Il livello è stato molto alto".
Brad Martin, che ha iniziato come coordinatore stunt in Underworld, questa volta è stato anche regista della seconda unità. "Brad conosce bene la serie di Underworld, quindi siamo stati fortunati a potergli affidare la regia della seconda unità per le scene d’azione", dice Lucchesi. "E’ anche un grande amico di Kate, lei si fida e lui può permettersi di chiederle alcune mosse di grande effetto. Kate ha interpretato personalmente molte scene d'azione, proprio perché con Brad si sentiva tranquilla".
Martin ha avuto dieci settimane per preparare le strategie e gli strumenti di cui aveva bisogno per il film. "Per un paio di cose abbiamo dovuto compiere delle ricerche", dice. "La più importante era il super Lycan. Come fa la gente a interagire con quell'enorme creatura che è solo in CG?" Secondo Martin, Beckinsale non ha avuto bisogno di una grande preparazione per il ruolo. “Kate ha una capacità fantastica di ricordare”, dice. “Nel primo Underworld abbiamo lavorato un mese insieme, tre volte a settimana, e lei si è impegnata al massimo. Ma sono passati dieci anni da allora. Quando le mostravamo cosa doveva fare forse all'inizio era un po' fuori allenamento, ma dopo una prova o due è stata perfetta".
L'attrice dice che è qualcosa che le viene naturale, ma anche che può fare affidamento su Martin e la sua squadra. "Poiché conosco molto bene il personaggio e mi sono allenata, è stato come ricominciare ad andare in bicicletta", dice. "Penso di non essere in grado di fare certe cose e poi improvvisamente mi ritrovo a balzare su un muro ...e mi diverto moltissimo!"
Martin ha avuto un grande impatto sulla progettazione e l'esecuzione di alcune scene d'azione. "Brad non si è occupato solo dell'azione", dice Wright. "Ha un grande talento e ha messo insieme vere e proprie sequenze".


Il 3D:


La dinamica visiva, l'azione e il look stilizzato di Underworld 4 il risveglio hanno fatto sì che il 3D fosse il passo successivo più logico per lo sviluppo della serie. I registi, il direttore della fotografia, lo stereografo e il team VFX sono stati d'accordo nel non considerare il 3D come un semplice espediente, ma come un modo per cogliere immagini più vere e più belle. "Per quanto riguarda il look, il film è rimasto fedele alla serie", dice Lucchesi. "Abbiamo conservato la stessa gamma di colori e lo stesso stile, è rimasto lo stesso per quanto riguarda l'eleganza e la bellezza, la cosa diversa è che è girato in 3D".
Il film è stato girato con le nuove macchine da presa Epic di RED, la cui risoluzione 5K è circa cinque volte più grande di quella in HD. "La qualità dell'immagine è straordinaria", dice Kasimir Lehto, lo stereografo del film. "E’ molto chiara e fresca".
Con il 3D che si sta diffondendo sempre più, molti realizzatori optano per il più semplice processo di dimensionalizzazione in post produzione, dice Wright. "Invece noi abbiamo girato in 3D stereoscopico tutto il film. Ci vuole moltissimo tempo, è difficile, rende ogni singola ripresa un effetto speciale".
Crea anche un'immagine che arriva al cervello in modo diverso dalla dimensionalizzazione in post produzione, secondo il produttore. "Semplicemente appare più reale. Non appare sgargiante perché non metti in rilievo i diversi piani e li illumini diversamente. Le due macchine da presa imitano gli occhi di chi guarda, così vedi qualcosa che ti colpisce emotivamente e intellettualmente come uno spettatore".
Lehto è d’accordo: “Quando lo spettatore vede il 3D stereoscopico avviene una reazione psicofisica. Poiché l’informazione visiva viene ricevuta nello stesso modo in cui riceviamo l’informazione visiva dal mondo che ci circonda nella vita reale, i segnali del corpo inviati al cervello sono coerenti con l’esperienza della realtà. Così i Lycan di Underworld: Il risveglio saranno super terrificanti!".



Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming