Tutti gli uomini di Victoria: in arrivo una commedia sofisticata con Virginie Efira

- Google+
4
Tutti gli uomini di Victoria: in arrivo una commedia sofisticata con Virginie Efira

Non solo Hercule Poirot ci tiene a specificare le sue origini belghe e non francesi, ma anche una delle attrici brillanti più in crescita del cinema francese, Virginie Efira. Bionda e affascinante, tanto quanto divertente e autoironica, è cresciuta nel quartiere di Molenbeek, diventato tristemente per gli attentati di Bruxelles e Parigi. Ha iniziato con la televisione, prima in patria poi in Francia, dove si è fatta notare principalmente come comica, per arrivare a successi cinematografici come Il mio migliore incubo o 20 anni di meno. L'ultimo è stato un anno di svolta per lei, con il grande risultato al botteghino di Un amore all’altezza, al fianco di Jean Dujardin, un ruolo in Elle di Paul Verhoeven e la scena da grande attrice brillante in Tutti gli uomini di Victoria, opera seconda della regista dell’apprezzato La battaglia di Solferino, Justine Triet.

Un film nobilitato dalla presentazione in apertura della Semaine de la Critique del Festival di Cannes, che segue le vicende non certo lineari di Victoria, avvocatessa penalista single con figlie e in costante tormento sentimentale. In una situazione del genere, quale evento può generare più ansia di un matrimonio, dove per di più si trova due uomini che le scombussoleranno la vita, ma non nel senso sperato. Vincent, suo grande amico, le chiederà di difenderlo dalle accuse della compagna di tentato omicidio: unico testimone un cane. Controvoglia accetterà, facendosi aiutare da uno spacciatore da due soldi che ha fatto uscire di carcere in passato e gli farà da assistente domestico, uomo alla pari, baby sitter, uomo delle pulizie, e non solo. Quest’ultimo è interpretato da uno dei giovani attori più apprezzati negli ultimi tempi in Francia, Vincent Lacoste, visto in Lolo, accanto a Dany Boon e Julie Delpy, Eden, e nello spassoso Saint Amour.

Victoria è una donna di oggi, divisa fra una vita privata impegnativa, con figli e incombenze domestiche, e una professionale che richiede il giusto impegno per decollare. La Triet ha concentrato il suo sguardo su due ambienti: la casa e l’aula di tribunale in cui si trova a difendere il suo amico. Entrambi molto caratterizzati: la casa, all’ultimo piano con le pareti dipinte di scuro, vagamente opprimente, ma con ampie finestre in salone che lasciano intravedere una possibilità di fuga, oltre che la vista dal piano alto di un edificio imponente; l’aula è diversa da come ce la immagineremmo, nessun rigore antico, legni in vista, ma un edificio moderno e spiazzante, come la vita sbalestrata di chi ce la mette tutta. Luoghi, dialoghi, attori, tutto è molto attentamente scelto, sofisticato, come le commedie americane che sono il punto chiaro di riferimento della Triet: Howard Hawks, Billy Wilder e Blake Edwards.

Tutti gli uomini di Victoria uscirà nelle sale il prossimo 25 gennaio distribuito da una nuova realtà, Merlino distribuzione.



Lascia un Commento
Schede di riferimento
Lascia un Commento