Tribeca Film Festival 2015: Slow West con Michael Fassbender il titolo più atteso

- Google+
31
Tribeca Film Festival 2015: Slow West con Michael Fassbender il titolo più atteso

Dopo almeno tre edizioni più o meno in chiaroscuro il Tribeca Film Festival (15-26 aprile) quest’anno sembra finalmente pronto a imporsi come manifestazione di risonanza internazionale. Rispetto alle precedenti annate infatti il cartellone dei film in programmazione sembra possedere un respiro più ampio, capace di attraversare i generi cinematografici e le modalità produttive con maggiore varietà. Se in passato soltanto una percentuale piuttosto bassa delle opere presentate riusciva poi ad essere distribuita nelle sale americane – per non parlare ovviamente di quelle estere – molti dei film che verranno presentati a partire dal prossimo 15 aprile posseggono invece un appeal che sicuramente regalerà loro vita e risonanza oltre i confini del Tribeca stesso. Primo tra tutti Slow West, western che sembra mescolare toni crepuscolari alla Clint Eastwood con la vena irriverente e sardonica di alcune opere di Sam Peckinpah o Robert Aldrich. Diretto dall’esordiente John Maclean, il lungometraggio possiede un cast d’eccezione composto da Michael Fassbender, Codi Smith-McPhee e uno dei caratteristi più talentuosi in circolazione oggi, Ben Mendelsohn.

Altro titolo circondato da molta curiosità è Maggie, dramma/horror che doveva inizialmente partecipare allo scorso Toronto Film Festival per poi essere ritirato all’ultimo momento dai fratelli Weinstein. Arnold Schwarzenegger interpreta un padre che, dopo la classica invasione di zombie che ha posto fine alla civiltà come la conosciamo, lotta per difendere sua figlia Abigail Breslin che si sta lentamente ma inesorabilmente trasformando in un non-morto. Anche Maggie è diretto da un esordiente, Henry Hobson.

Tra i nomi più quotati che hanno film in programmazione al Tribeca Film Festival 2015 vale la pensa segnalare anche Kristen Stewart e Glenn Close (Anesthesia), Mickey Rourke (Ashby), Oscar Isaac e Garrett Hedlund ( Mojave), Jennifer Connelly e Cillian Murphy (Aloft). Da segnalare poi la grande chiusura del festival con la celebrazione del venticinquennale di un pezzo fondamentale di storia del cinema come Quei bravi ragazzi, a cui parteciperanno il regista Martin Scorsese, Robert De Niro e tutti gli altri membri del cast.

E gli italiani? Il Tribeca come al solito accoglie molto volentieri titoli nostrani. Nelle varie sezioni infatti troveremo Hungry Hearts di Saverio Costanzo, Vergine giurata di Laura Bispuri, Meraviglioso Boccaccio dei fratelli Taviani. Un trio di opere che promette di tenere alto il nome della nostra cinematografia qui a New York.

Rispetto al New York Film Festival, che può vantare un cartellone più ricco di nomi eccellenti e un tono senza dubbio più “elitario” (caratteristica della struttura del Lincoln Center e più in generale dell’ Upper West Side), il Tribeca Film Festival continua con successo nella sua ricerca di coinvolgimento della città, soprattutto di quartieri vitali come Chelsea e il West Village, oltre ovviamente allo stesso Tribeca. Numerosissime le iniziative – cinematografiche ma anche musicali e letterarie – che coinvolgeranno il pubblico nei prossimi giorni. Concerti, incontri con scrittori, eventi che testimoniano l’anima più popolare e multiculturale di questa manifestazione.



Adriano Ercolani
  • Critico cinematografico
  • Corrispondente dagli Stati Uniti
Lascia un Commento
Schede di riferimento
Lascia un Commento