News Cinema

Toronto Film Festival 2013 - ovvero l'anno (di cinema) che verrà

Per comprendere con precisione cosa rappresenti il Toronto Film Festival nella sua essenza conviene ripercorrere brevemente la storia di alcuni film che sono stati presentati alla kermesse negli ultimi due anni

Toronto Film Festival 2013 - ovvero l'anno (di cinema) che verrà

Per comprendere con precisione cosa rappresenti il Toronto Film Festival nella sua essenza conviene ripercorrere brevemente la storia di alcuni film che sono stati presentati alla kermesse negli ultimi due anni. Titoli come Moneyball- L'arte di vincere, Il lato positivo, Paradiso amaro o Argo hanno iniziato proprio con il successo di pubblico e critica al TIFF la loro lunga e vincente cavalcata prima al botteghino e successivamente verso gli Oscar, che nel caso del film diretto da Ben Affleck è culminata addirittura col trionfo come miglior lungometraggio del 2012. Prodotti non facilmente collocabili in un mercato statunitense sempre più orientato alla parcellizzazione delle fasce d’età hanno cominciato in Canada a testare le loro effettive possibilità di presa sul pubblico.
A differenza dei blasonati festival europei il TIFF funziona infatti principalmente come vetrina interna, come piattaforma di lancio per opere che si intende promuovere e lanciare durante tutto l'arco della stagione cinematografica. Difficilmente si sono visti al festival nordamericano blockbuster di sicuro successo al boxoffice o all'opposto film radicalmente sperimentali, quindi destinati ad un pubblico di nicchia.
L'intento preciso del Toronto Film Festival è infatti quello di lanciare un tipo di cinema destinato a soddisfare le aspettative di una fascia di spettatori classificabile col termine sempre difficile da gestire di “pubblico medio”.


E quali saranno i film dell'edizione 2013 verosimilmente destinati a ripercorrere i trionfi dei titoli sopra citati?
Il titolo che viene subito in mente è il vibrante Rush di Ron Howard, ricostruzione firmata dallo sceneggiatore Peter Morgan del duello sportivo ed umano tra due campioni di Formula 1, James Hunt e Niki Lauda. Costruito con finezza narrativa e solidissima idea di spettacolo dalla coppia che già ci aveva regalato Frost/Nixon, Rush potrebbe davvero essere uno dei candidati a partecipare alle nomination importanti per i prossimi Academy Awards.



Stesso proficuo destino potrebbe capitare a 12 Years a Slave, durissimo affresco dei tempi dello schiavismo americano diretto dal talento di Steve McQueen. Il cast è impressionante, sia per numero che per bravura: da Michael Fassbender a Brad Pitt, da Benedict Cumberbatch a Paul Dano al bravissimo protagonista Chiwetel Ejiofor, il ricco grappolo di attori potrebbe essere senza dubbio ricordato durante la prossima stagione dei premi.




Così come verosimilmente accadrà per il potente Prisoners, primo film americano del canadese Denis Villeneuve, autore venuto alla ribalta pochi anni fa con l’intenso La donna che canta. Dramma livido, spaccato impietoso di un’America terrorizzata e sempre pronta all’uso della violenza, Prisoners ha una prima parte che regala al pubblico cinema di enorme impatto emotivo e insieme cinematografico.



Se questi sono senz’altro i titoli di punta di questo inizio di Toronto Film Festival, altri meno roboanti come ad esempio Don Jon, l’esordio alla regia di Joseph Gordon-Levitt, o il tanto chiacchierato The Fifth Estate sulla vicenda di Julian Assange e WikiLeaks, potrebbero trovare un eventuale trampolino di lancio.
Commedia piuttosto briosa sulla dipendenza dalla pornografia, Don Jon è senz’altro il più riuscito dei due, in quanto sfrutta una storia tanto semplice quanto messa in scena con astuzia e discreta freschezza.



Più complicata l’analisi del film che vede protagonisti Benedict Cumberbatch nei panni di Julian Assange, storia che sposa con troppa facilità la trama film d’inchiesta con l’estetica del thriller (referenti primari sono i due Bourne girati da Paul Greengrass) finendo per inciampare proprio nello stridore tra testo e narrazione filmica.


  • Critico cinematografico
  • Corrispondente dagli Stati Uniti
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming