News Cinema

Torino Film Fest 2007 - 3

Cronaca e critica dei film presentati al Festival di Torino del 2007


Dal Festival di Torino - Federico Gironi - 3 -
Il bilancio relativo ai film in concorso per quanto riguarda la quinta giornata del Torino Film Festival di quest'anno è in sostanziale pareggio: da un lato infatti abbiamo visto un film decisamente buono, The Railroad, opera del coreano Park Heung-sik, dall'altra Neandertal dei tedeschi Ingo Haeb e Christoph Glaser (rispettivamente al secondo ad al primo film da regista).
Quello coreano è un film dai toni amari ma lievi e delicati, drammatici ma senza estremismo, che, se per almeno due terzi di narrazione non rinuncia a momenti di composto ed elegante umorismo, nella sua sezione finale abbraccia senza compromessi la sua natura di melodramma; senza però privarsi di un colpo di coda nel segno dell'ottimismo. Attraverso la vicende dei due protagonisti - parallele a lungo e solo nel finale intrecciate intensamente ma pronte poi a separarsi di nuovo – Park esplora i piccoli ed i grandi dolori della vita, i sogni e le loro frustrazioni, e traumi causati dagli errori propri e degli altri e le sofferenze che ne derivano, senza però voler essere punitivo e autoindulgente, senza eccedere in pessimismo, ma anzi evidenziando come persino un fugacissimo e casuale contatto umano (che tra l'altro intelligentemente non viene complicato da ulteriori fattori sessuali o sentimentali) possa rappresentare la scintilla di una rinascita e di una riscossa che riporti – e letteralmente – a trovare la luce abbandonando ma non rinnegando le tante ombre opprimenti del passato.

Neandertal è invece un film retorico e nato vecchio, e poco importa che uno dei suoi due registi abbia dichiarato che la sceneggiatura è stata modellata sulle sue stesse esperienze adolescenziali. Non riesce davvero a coinvolgere la storia di Guido, il giovane protagonista, ché troppo sfrontato (e a quanto ci risulta clinicamente non esatto) è l'intento metaforico di collegare la sua malattia, una forma estrema di neurodermatite, alla situazione interiore che vive a causa di un ambiente familiare ed amicale che sotto la patina della tranquillità nascondono squilibri e sconvolgimenti. In più il film è penalizzato da una forte dose di retorica storia (siamo nel 1990, un anno dopo il crollo del Muro di Berlino) che si vorrebbe anch'essa indirettamente simbolica dello stato di Guido, senza poi contare un'estetica greve e sgraziata, figlia delle peggiori espressioni stilistiche di certo cinema tedesco. Pur brutto, Neandertal non può nel complesso essere definito irritante: aggettivo che invece calza a pennello (assieme ad altri, non di certo lusinghieri) a Nelle tue mani di Peter Del Monte, presentato nella sezione Panorama italiano. Un panorama assai desolante, in questo caso, visto che il film di Del Monte ha una sceneggiatura a dir poco pessima, uno standard recitativo molto basso e non si capisce nemmeno bene cosa voglia andare a parare. Fortunatamente la giornata si è conclusa in positivo, con un sorriso, grazie a 10 Items or Less di Brad Silberling. Se non altro perché quello presentato a Torino nella sezione Anteprime è il film che non ti aspetti da un regista come Silberling, che in passato ha firmato sciocchezzuole come Casper, pessimi drammi come City of Angels (ma anche Moonlight Mile ed il recente Lemony Snicket). 10 Items or Less è un film magari non originale, di sicuro non un capolavoro, ma racconta una piccola storia intima e compatta con il pregio di una complessiva sincerità che non lascia spazio a (troppi) ammiccamenti un po' compiaciuti. Merito del regista e sceneggiatore, che ha dosato col misurino gli ingredienti lavorando in sottrazione anche per quanto riguarda il minutaggio; ma merito anche degli interpreti: un Morgan Freeman autoironico ma mai gigione ed una Paz Vega affascinante proprio perché acqua e sapone e non fatalona o bomba del sesso. Un piccolo, gradevole film che fa piacere ritrovare al termine di una lunga giornata festivaliera.


  • Critico e giornalista cinematografico
  • Programmatore di festival
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming