News Cinema

Tom Hardy posta una foto con Philip Seymour Hoffman (senza parole) a sette anni dalla sua morte

341

Postando una foto in cui è ritratto insieme a Philip Seymour Hoffman, Tom Hardy onora la memoria dell'amico attore scomparso sette anni fa.

Tom Hardy posta una foto con Philip Seymour Hoffman (senza parole) a sette anni dalla sua morte

A sette anni dalla morte per un mix di droghe che lo ha portato a un'overdose, avvenuta il 2 febbraio 2014, il mai dimenticato Philip Seymour Hoffman continua a vivere nei tanti film in cui ha preso parte con quell'incredibile livello di bravura che pochi attori riescono a raggiungere. Con un post muto, senza alcuna parola scritta e avendo disabilitato i commenti dei follower, Tom Hardy ha voluto ricordare l'attore e amico scomparso prematuramente a 46 anni. Nella fotografia, che fa parte di una serie di scatti di quella giornata, i due dimostrano candidamente la profonda amicizia che condividevano da prima del 2010, quando Hardy fu diretto da Seymour Hoffman nella pièce teatrale The Long Red Road andata in scena a Chicago.

I due non hanno mai lavorato insieme in un film, nonostante ci siano andati vicino. Philip Seymour Hoffman avrebbe dovuto interpretare un ruolo nel film Child 44, in cui Tom Hardy è il protagonista, ma a pochi giorni dall'inizio delle riprese, per ragioni non comunicate, l'attore fu sostituito da Vincent Cassel. A proposito dell'amico scomparso, nel 2015 Tom Hardy aveva dichiarato quanto segue:

"Ero un giovane attore ed ero appena uscito da un periodo di riabilitazione e non pensavo che avrei recitato ancora" spiegava riferendosi al 2003 quando era dipendente dall'uso di droghe. "Ero davvero in uno stato di merda, ma dopo la riabilitazione, ho fatto uno spettacolo intitolato In Arabia We'd All be Kings, a Londra. Facendo quella commedia, ho incontrato Brett C. Leonard, che mi ha presentato Phil per una parte in The Long Red Road. Abbiamo lavorato per tre anni e ci siamo conosciuti bene. Eravamo amici. Sembra sciocco dirlo, ma volevo fargli una buona impressione, perché lui era semplicemente geniale. E ha lottato per farmi lavorare a teatro, perché mi ha procurato la mia equity card a Broadway e a Chicago [l'adesione a un'associazione di attori per poter lavorare, nrd]. Era bello vederlo nel suo ambiente a dirigere. Ricordo un momento in cui sono crollato sul palco e gli ho detto che non potevo andare avanti, perché era difficile e distruttivo per me stare con Phil in una stanza e provare a fare qualcosa che lui avrebbe fatto molto meglio di me, non importava quanto io ci provassi. Quindi, francamente, era come essere giudicato da qualcuno che aveva il diritto di giudicarti, se volevi far parte della sua squadra. Io non lo volevo deludere."
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming