News Cinema

Tom Cruise doveva lasciare Mission Impossible dopo Protocollo Fantasma?

48

La Paramount stava per segarlo in un momento di debacle e sostituirlo con Renner, la star si è salvata lottando insieme al sodale McQuarrie.

Tom Cruise doveva lasciare Mission Impossible dopo Protocollo Fantasma?

Ricordate le esternazioni d'amore di Tom Cruise verso Katie Holmes, saltando sul divanetto di un talk show? O la sua negazione della psichatria che suscitò mille polemiche? Per la star anche dell'ultimo Mission Impossible: Fallout quegli anni furono piuttosto difficili: l'opinione pubblica era perplessa dal suo comportamento, così come lo era la Paramount, allo stesso tempo preoccupata anche per lo stardom calante di Cruise. Sembra assurdo scriverlo oggi, ma la major aveva seriamente pensato di espellere Tom dal franchise di Mission Impossible dopo Protocollo Fantasma: il coinvolgimento di Jeremy Renner nel cast era finalizzato proprio a quello. Era una voce che aleggiava da tempo, ma è stata resa concreta dal direttore della fotografia Robert Elswit nel podcast Light the Fuse:

"Nella versione originale di Protocollo Fantasma... la maggior parte dei coinvolti probabilmente non ne parlerebbero, ma io posso perché a nessuno gliene frega una sega di quel che dico... nella versione originale del film alla fine Tom Cruise smetteva di essere Ethan Hunt l'agente e diventava Ethan Hunt il Segretario. L'idea era che avrebbero allestito un'altra unità IMF con un altro attore, forse Jeremy Renner, chi lo sa, ci sarebbero state situazioni folli e alla fine Tom sarebbe diventato il Segretario e un nuovo agente avrebbe preso in consegna il franchise. Cosa che adesso sembra un po' fuori di testa, ma in pratica le direttive erano quelle.

A un certo punto... entrò in gioco Chris McQuarrie, lui e Tom si sedettero a un tavolo e dissero: come aggiustiamo questa cosa? Chris fece una riscrittura della seconda metà, forse qualcosa di più, fece in modo che dovessimo cambiare un po' di cose che avevamo già girato dell'inizio, aggiungemmo delle battute, rigirammo dei piccoli pezzi e tutto ebbe senso di nuovo. Riuscì a ricucire tutto e alla fine del film Tom non diventa Segretario ma semplicemente s'incammina solitario per la sua strada."

In effetti il successivo Mission: Impossible - Rogue Nation, e lo scrivemmo in sede di recensione, dava la sensazione di compensare con un'abnegazione fisica totale un processo di isolamento nello stardom hollywoodiano nel quale sembrava che Cruise stesse per finire (il che, dopo tanti anni, sarebbe anche normale, il ricambio è fisiologico). Con Rogue Nation che ha incassato nel mondo 682 milioni di dollari e Fallout 791, con ben due consecutivi film in arrivo, Tom si è preso una bella rivincita. E con queste rivelazioni non ci stupisce che sia così inseparabile dal buon McQuarrie... insieme hanno portato a termine la più epica delle Mission Impossible: piegare una major alla loro motivazione indefessa.



  • Giornalista specializzato in audiovisivi
  • Autore di "La stirpe di Topolino"
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming