Schede di riferimento
News Cinema

Tina Turner e la sua vita fra violenza e icona musicale, in un documentario presentato alla Berlinale 2021

19

Tina è il titolo di un trascinante e doloroso documentario presentato a Berlino che racconta la sofferta crescita come cantante e l’ascesa a icona della musica di Tina Turner.

Tina Turner e la sua vita fra violenza e icona musicale, in un documentario presentato alla Berlinale 2021

Negli ultimi anni è fiorito un vero sottogenere del documentario, dedicato alla (ri)scoperta di personaggi chiave nella storia della musica popolare. Viene ora presentato in questa strana versione digitale, e riservata agli addetti ai lavori, del Festival di Berlino 2021 un documentario targato HBO Original e dedicato a Tina Turner, dal semplice titolo, Tina, diretto da Dan LindsayTJ Martin.

È l’occasione giusta, specie per un pubblico italiano meno a conoscenza di molti aspetti non sempre gioiosi della sua vita e della sua carriera, per farsi condurre nella storia lunga decenni di questa straordinaria icona della musica americana e mondiale. Un personaggio che tendiamo a ricordare più per l’irruzione nei nostri maggiori appuntamenti televisivi nel corso degli anni ’80, nel momento in cui esplose la sua carriera come solista, ma che nasce come artista ben prima. 

Proprio l’equivoco sulla collaborazione con Ike Turner, prima suo mentore e compagno sul palco e poi suo compagno nella vita, è svelato con dovizia di registrazioni d’epoca e materiali nella prima parte di Tina. Nasce tutto da un equivoco, dalla visione di una coppia apparentemente in idilliaca comunione sia in scena che nella vita privata, smascherata dal momento di svolta nella vita, nella carriera e anche nel documentario. Nel 1981, infatti, Tina Turner, ormai non più legata a Ike, rilasciò un’intervista a People Magazine, allora IL settimanale chiave per far sapere qualcosa di cruciale all’America, capace com’era di raggiungere 30 milioni di americani. Un’occasione chiave per smentire la favola e raccontare le violenze, le molestie sessuali e il clima di terrore instaurato dal suo ex partner, capace di picchiarla o di costringerla a fare sesso senza consenso, proprio prima di salire sul palco e costringere Tina a far finta di niente.

È la registrazione di questa intervista che fa da narrazione, insieme a un recente incontro, per un documentario informativo e scrupoloso, capace di raggelare per gli episodi di una vita che lei stessa definisce “non invidiabile, non bella”, senza trascurare la sua capacità di risollevarsi e costruire una straordinaria carriera da solista. Una forza della natura sul palco e una sensibile artista in studio di registrazione, ma emerge poi anche l’instancabile energia di una madre che a tutti i costi ha cercato di costruire per i propri figli un ambiente e delle abitudini famigliari. “La sua vita era costituito da studio di registrazione e casa, non aveva una sua vita privata”, ricorda uno dei suoi figli.

Dalla ventenne bloccata e costretta a un sodalizio con Ike Turner, lungo 19 anni e basato su colpa e paura, Tina emerse con la forza di una fuga romanzesca a Dallas dal sapore di una liberazione e con una beffa che sa di senso di superiorità e di riscatto su quella misera persona: mantenere il suo cognome, Turner, quasi a dirgli, ‘hai voluto che diventassi una Turner e ora uso quel nome per diventare, da sola, un’icona mondiale della musica del Novecento”.

Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming