Ti presento Lupita!

-
Share
Ti presento Lupita!

Si è aggiudicata l’ambita statuetta per la drammatica interpretazione della vessata schiava Patsey in 12 anni schiavo, il miglior film di quest’anno secondo l’Academy. La vera rivelazione della lunga notte degli Oscar, che si è svolta a Los Angeles il 2 marzo scorso, si chiama Lupita Nyong’o.

Visibilmente emozionata, ha stretto tra le mani il premio che ha dedicato a tutti i bambini del mondo, ”perché i sogni si avverano” come in una favola. Da favola anche il suo abito, firmato Prada e disegnato appositamente per lei, in una nuances di azzurro scelto personalmente dall’attrice stessa.

Conosciamo meglio questa ragazza divenuta principessa.

Lupita Nyong’o è nata in Messico il primo marzo del 1983. Figlia di un senatore che per lavoro si era momentaneamente trasferito, ben presto torna nel paese d’origine dei suoi genitori, il Kenya, dove passa l’infanzia, per poi da adolescente tornare in Messico a studiare lo spagnolo. Dopo aver lavorato come assistente di produzione per alcuni film decide di iscriversi alla Yale School of Drama e inizia a recitare a teatro. Arriva un ruolo in una serie tv e poi la vera grande occasione della sua vita: il provino per entrare a far parte del cast di una grande produzione americana, per la regia di Steve McQueen (Hunger, Shame), ispirata alla storia vera di uno schiavo di colore a metà dell’ottocento. Il film s’intitola 12 anni schiavo e Lupita riesce a superare il difficile e affollato provino. Il resto della fiaba la conoscete bene.

Prossimamente vedremo Lupita in Non-Stop, thriller claustrofobico ambientato su un aereo, che la vedrà impegnata al fianco di Liam Neeson e Julianne Moore nei panni di una hostess. Il film racconta la storia di un agente di sicurezza che, durante un volo da New York a Londra, inizia a ricevere sul suo cellulare misteriosi sms in cui uno sconosciuto gli intima di chiedere al Governo di trasferire150 milioni di dollari o, altrimenti, ogni venti minuti un passeggero morirà. Qui sotto il trailer.

L’attrice ha scritto, diretto, montato e prodotto il documentario In My Genes, in cui racconta le sfide e le piccole e grandi vittorie quotidiane di otto kenyani con una cosa in comune: essere nati affetti da albinismo, una malattia genetica presente in molte parti dell’Africa, tra cui il Kenya, che causa una mancanza di pigmentazione e che emargina e mette in pericolo quelli che ne sono affetti. Qui sotto il trailer del documentario di Lupita.



Lascia un Commento
Schede di riferimento
Lascia un Commento