The Irishman sarà divertente come Quei bravi ragazzi

-
513
The Irishman sarà divertente come Quei bravi ragazzi

Tutti noi che amiamo i gangster movie di Martin Scorsese aspettiamo con ansia The Irishman, che vede recitare insieme Al Pacino, Robert De Niro, Joe Pesci e Harvey Keitel. A gettare un po' di luce su quale sarà il tono del film, distribuito da Netflix e contemporaneamente al cinema (in Italia da Lucky Red) arriva la produttrice Jane Rosenthal, che ha rilasciato a Variety un'intervista sul film.  

A suo dire sarà uno dei film di Scorsese più "scanzonati" e - neanche a dirlo - è meglio vederlo al cinema:

"È un'esperienza diversa rispetto al guardarlo a casa. Al cinema, puoi cominciare a ridere di qualcosa perché la persona accanto a te ride. E The Irishman è molto divertente, proprio come lo era Quei bravi ragazzi. Marty è un genio nel modo di girare. I film si vedono in modo diverso sul grande schermo. Ho visto Roma al cinema e la chiarezza del bianco e nero era bellissima. È una cosa che manca quando si vede a casa al computer. Ma al tempo stesso c'è una situazione in cui il pubblico ha più potere che mai sul modo in cui vuole vedere qualcosa". 

Incuriosisce il paragone con Quei bravi ragazzi, anche se la montatrice storica di Scorsese, Thelma Schoonmaker, non ha mai voluto paragonare The Irishman ad altri film del regista, sostendendo che è un'opera a sé stante e originale. A questo punto speriamo di vederlo presto. Non c'è ancora una data precisa ma in America dovrebbe uscire a ottobre.



Daniela Catelli
  • Saggista e critico cinematografico
  • Autrice di Ciak si trema - Guida al cinema horror e Friedkin - Il brivido dell'ambiguità
Lascia un Commento
Schede di riferimento
Lascia un Commento