News Cinema

Tenet: il destino del film di Christopher Nolan si decide fra una settimana

131

La Warner Bros. deve sbrigarsi a confermare la data d'uscita del 17 luglio per organizzare la campagna pubblicitaria, ma il Coronavirus è un interlocutore inattendibile.

Tenet: il destino del film di Christopher Nolan si decide fra una settimana

Come scrive un arguto articolo di Variety, per i cinema chiusi a causa del Coronavirus il mantra da ripetere anche più volte al giorno per non scoraggiarsi  è: "Aspettiamo l'arrivo di Tenet".

Come sappiamo, la Warner Bros., su insistenza di Christopher Nolan, ha disposto di far uscire in sala il film il 17 luglio. Lo stesso regista ha assicurato che per allora la post-produzione sarà bella che finita e al momento sta lavorando come un matto. Il che non ci meraviglia, perché proprio lui, nel mese di marzo, aveva parlato, sul Washington Post dell'importanza dell'industria cinematografica, sostenendo come il lavoro dell'intera filiera fosse fondamentale a rendere possibile e meravigliosa la visione di un film. Tenet, insomma, ha una grandissima responsabilità, perché sarà il film che indurrà gli spettatori ad abbandonare timori e preoccupazioni e a tentare di nuovo l'esperienza della sala.

La questione, tuttavia, non è così semplice e, mentre altre major dormono sonni tranquilli dopo aver spostato i loro titoli più prestigiosi al 2021, la Warner Bros. deve decidere alla svelta se confermare la data di Tenet oppure optare per un posticipo. Il tempo che ha a disposizione è una settimana, attenzione, solo una settimana, e questo perché un film tanto importante richiede una campagna pubblicitaria mastodontica, a cui si aggiungeranno probabilmente video promozionali, a disposizione delle più importanti catene cinematografiche, nei quali Nolan inviterà gli spettatori a tornare nei cinema. Nel frattempo gli uccellacci del malaugurio si moltiplicano e c'è chi sostiene che a metà luglio molte sale saranno ancora chiuse negli Stati Uniti, per esempio quelle di New York e Los Angeles, due bacini d'utenza fondamentali, specialmente per un kolossal costato circa 200 milioni di dollari. Se agli abitanti delle "capitali cinematografiche” della East Coast e West Coast fosse impedita la visione di Tenet, per la Warner non sarebbe quindi  una buona cosa. Inoltre bisogna vedere cosa succederà con la riapertura delle sale in Texas e Georgia. C'è chi dice che, tornando al cinema seppur con le mascherine e rispettando le distanze di sicurezza, l'esperienza film in sala contribuirà a una nuova crescita dei contagi. I dubbi insomma sono molti e aspettiamo di scoprire se effettivamente usciranno, dopo Tenet, Mulan (il 24 luglio), SpongeBob - Amici in fuga (il 7 agosto) e Wonder Woman 1984 (il 12 agosto).

Comunque andranno le cose, è davvero improbabile che il 17 luglio le sale italiane siano aperte, e quindi, se anche Tenet dovesse conquistare gli States, per noi sarebbe una cosa un po’ triste. Con un cast formato da John David Washington, Robert Pattinson, Aaron Taylor-Johnson, Elizabeth Debicki, Himesh Patel e altri grandi nomi, come Kenneth Branagh e Michael Caine, Tenet è l'undicesima opera del geniale regista inglese.



  • Giornalista specializzata in interviste
  • Appassionata di cinema italiano e commedie sentimentali
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming