News Cinema

Tender Son - The Frankenstein Project, il film di Kornel Mundruczo in concorso al Festival di Cannes 2010

Un regista alle prese con un casting difficile si trova davanti uno strano ragazzo. Qualcosa gli dice che quel giovane silenzioso, fragile e spigoloso possa essere il protagonista che stava cercando, e nel corso di un provino prova a spingerlo al limite.

Tender Son  - The Frankenstein Project, il film di Kornel Mundruczo in concorso al Festival di Cannes 2010

Tender Son - The Frankenstein Project, il film di Kornel Mundruczo in concorso al Festival di Cannes 2010


Un regista alle prese con un casting difficile si trova davanti uno strano ragazzo. Qualcosa gli dice che quel giovane silenzioso, fragile e spigoloso possa essere il protagonista che stava cercando, e nel corso di un provino prova a spingerlo al limite. Quando però lo lascia da solo in una stanza con una ragazza per una scena d’amore avviene l’imprevedibile: lui, per l’orrore di un contatto che non desidera, strangola lei e fugge dal palazzo semi-abbandonato dove si trovano.

Se sulla carta la premessa del nuovo film dell’ungherese Kornel Mundruczo potrebbe risultare quasi intrigante, s’intuisce fin da subito che lo stile adottato dall’autore è di quelli destinati a mettere a dura prova la pazienza dello spettatore: ché certa riflessività e certe insistenze sono figlie più di vezzi d’artista che di reali esigenze narrative.
La questione, com’è ovvio, si aggrava se persino le fila del racconto iniziano a tirare verso direzioni diverse e incoerenti, accavallandosi e annodandosi su loro stesse in nome di un’arte tutta da dimostrare, impedendo così la strutturazione di una qualsiasi forma di discorso coerente e significante.

Come facilmente deducibile dal titolo, Tender Son lavora sulla traccia del Frankenstein di Mary Shelley, facendo del misterioso ragazzo il figlio rifiutato del regista, divenuto del corso degli anni una creatura delicata ma mostruosa nella mancanza di filtri alla sua emotività e la sua fisicità, seminatore di una scia di morte silente e catatonica. Ma col procedere della vicenda, fino a un finale scontato nella sua inutile ed enigmatica ambizione, Mundruczo (si) ingarbuglia in una struttura confusa e pedante, dove il facile e fastidioso intellettualismo si annida nei risvolti più prosaici di una sceneggiatura che si premura inoltre di sottolineare più volte l’ovvio.

Non appare allora un caso che in Tender Son la creatura sia figlia di un regista. Forse inconsapevolmente Mundruczo ha raccontato la storia di sé e del suo film: quella di un “artista” la cui amata, instabile, mostruosa e fragile creazione porta senza averne responsabilità diretta dolore e sofferenza in chi vi si imbatte. Nel caso specifico, noi spettatori.


  • Critico e giornalista cinematografico
  • Programmatore di festival
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming