Steven Soderbergh gira The Laundromat in autunno

28
Steven Soderbergh gira The Laundromat in autunno

Tutti noi che fatichiamo a portare a casa il minimo sindacale di tutte le cose che dobbiamo fare e che vorremmo fare, proviamo un'invidia profonda per gente come Steven Soderbergh: uno che non fa a tempo a finire una cosa che già ne ha iniziata un'altra e ne ha in mente altre dieci. Non è quindi facilissimo stare dietro a tutte le sue attività, e ai cambi di programma, e alle novità che vengono fuori, ma noi ci proviamo lo stesso.
Fermo restando che il 10 maggio uscirà nelle nostre sale il divertentissimo heist-movie La truffa dei Logan, mentre il 14 giugno sarà la volta dell'horror Unsane, sappiamo già che Soderbergh ha già terminato di girare e montare un nuovo film che s'intitola High Flying Bird, che vede protagonista l'André Holland di The Knick, storia di un procuratore sportivo che presenta a un suo giovane cliente cestista "un'opportunità di lavoro allettante e controversa"  durante una serrata dell'NBA, scritta dallo stesso sceneggiatore di Moonlight, Tarell Alvin McCraney.

Sapevamo già, anche, che in cantiere Soderbergh aveva altri due film: uno un thriller dal titolo Planet Kill; l'altro, un thriller sui cosiddetti Panama Papers, ovvero la raccolta di oltre 11 milioni di documenti confidenziali dello studio legale di Panama Mossack Fonseca, che contiene informazioni dettagliate su oltre 214.000 società offshore, fatta arrivare nel 2015 prima alla Süddeutsche Zeitung e poi al Consorzio Internazionale dei Giornalisti Investigativi.
E qui arrivano le novità vere e proprie.
Secondo quanto pubblicato dal sito americano The Playlist, infatti, Soderbergh non dirigerà Planet Kill in prima persona ma si limiterà a seguire il progetto in veste di produttore.
Quanto al film sui Panama Papers, invece, s'intitolerà The Laudromat (cioè lavanderia a gettoni), chiaro riferimento alle attività di riciclaggio portate avanti dallo studio Mossack Fonseca, e sarà basato su un libro dal titolo "Secrecy World" scritto dal giornalista Premio Pulitzer Jake Bernstein, con Scott Z. Burns a fare da sceneggiatore.
The Laundromat verrà girato in autunno, e sembra che potrà contare su un cast di primissimo piano che però, per ora, il regista non vuole rendere noto. Questa volta, considerata la scala produttiva e la complessità della storia, Soderbergh metterà da parte gli iPhone usati per Unsane e High Flying Bird per tornare a usare le RED, macchine da presa digitali professionali.

Se tutto questo non bastasse, sembra che Soderbergh stia sviluppando con un altro suo collaboratore abituale, Lem Dobbs, una miniserie in sei parti su Emin Pasha, ebreo tedesco del XIX secolo che fu medico, esploratore e naturalista, governatore della provincia egiziana di Equatoria e protagonista di una vita davvero eccezionale.



Lascia un Commento
Lascia un Commento