News Cinema

Stardust: il David Bowie di Johnny Flynn "una persona vera, non un'imitazione"

91

Presentato alla Festa del Cinema di Roma, è il film diretto da Gabriel Range che racconta gli eventi che hanno dato vita al più iconico alter ego di David Bowie: Ziggy Stardust. Sarà prossimamente nei cinema italiani distribuito da I Wonder.

Stardust: il David Bowie di Johnny Flynn "una persona vera, non un'imitazione"

"La sfida di questo film per me era quella di interpretare una persona vera, e non di fare solo un'imitazione di David Bowie."
Così parla Johnny Flynn, attore e musicista inglese che ha recitato per Olivier Assayas in Qualcosa nell'aria e Sils Maria, e che è apparso nell'Emma. di Autumn de Wilde, e che ora è chiamato a vestire i panni di una delle figure più iconiche e influenti non solo nella musica, ma nell'arte e nella cultura pop degli ultimi cinquant'anni.
Il film si chiama Stardust, è stato presentato nella Selezione Ufficiale della Festa del Cinema di Roma, è diretto da Gabriel Range, e racconta gli eventi che hanno dato vita al più iconico alter ego di David Bowie: Ziggy Stardust.
In particolare, racconta del viaggio effettuato da Bowie negli Stati Uniti nel 1971, per promuovere il suo terzo album, "The Man Who Sold the World", che stentava a decollare, specialmente in America. Un viaggio che lo porterà a confrontarsi coi suoi demoni e a liberarsi da alcune paure che lo bloccavano nella sua espressione artistica.

"Cercava la propria identità di artista e ha dovuto affrontare la paura reale della malattia mentale," racconta il regista di Stardust, Gabriel Range. "È curioso che in pochi sappiano la propria storia familiare e personale di Bowie, del fatto che il fratellastro Terry - che era stato una grande influenza per lui - fu vittima della schizofrenia, e che David temeva di avere lo stesso tipo di destino. Abbiamo abbinato la paura della follia con la sua ricerca di identità: questo capitolo della vita di Bowie era per me affascinante perché Bowie è qualcuno di diverso per ognuno di noi, ma tutti i suoi alter ego che nascono da qui."
In quel periodo, racconta ancora Range, Bowie "Non era famoso, aveva alle spalle un unico successo considerato un fuoco di paglia, e 12 singoli che non avevano avuto successo. Le cose non erano così facili per lui."

Leggi anche La recensione di Stardust

"Era un uomo perso alla ricerca della sua voce artistica, in piena crisi esistenziale, alle prese con demoni che in qualche modo tutti noi abbiamo," aggiunge Flynn, che spiega poi come raccontare "la persona con i suoi problemi e i suoi dilemmi" è stato per lui molto più interessante che non fare "una carrellata dei suoi successi", e che spera la storia possa incoraggiare molti giovani artisti.
"Bowie aveva una determinazione straordinaria," avverte però Range. "È stato respinto tante volte senza scoraggiarsi. Oggi si pensa che la fama debba arrivare con rapidità, ma Bowie parlava di sé stesso come un artigiano, e diceva di aver lavorato duramente e a lungo per arrivare ad essere David Bowie."

Stardust sarà prossimamente nei cinema italiani distribuito da I Wonder.

Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming