Star Wars, la nuova trilogia di Rian Johnson non è basata su The Old Republic

-
Share
Star Wars, la nuova trilogia di Rian Johnson non è basata su The Old Republic

Quando si è diffusa la notizia di una nuova trilogia di Star Wars a firma di Rian Johnson, regista di Star Wars Gli ultimi Jedi in uscita il 13 dicembre, molti fan hanno fantasticato sulla possibilità che Johnson l'abientasse nella cosiddetta Vecchia Repubblica. Questo periodo, appartenente all'universo espanso, fu il teatro di una delle esperienze extra-cinematografiche di Star Wars più coinvolgenti e riuscite, il gdr per Windows e Xbox Star Wars Knights of the Old Republic dei Bioware, pubblicato dalla fu-LucasArts nel 2003, dotato di una sceneggiatura che molti ritennero superiore a quella delle trilogie prequel di George Lucas. Ad esso seguì un sequel firmato dagli Obsidian Entertainment nel 2004, poi un MMORPG intitolato semplicemente Star Wars The Old Republic, online a partire dal 2011. Purtroppo per chi sognava una simile ispirazione, Johnson ha smentito discutendone con Mashable:

"I fan amano Knights of the Old Republic. Lo giocai quando uscì e, mamma mia, l'adorai. E' un gioco fantastico. Mi rendo conto che l'istinto è quello di buttarsi subito su qualcosa che conosci e ami, una cosa che hai già visto. Quello che per me è davvero divertente è l'idea delle cose nuove che vedremo, la domanda: quali nuove storie possiamo raccontare?"

Una bella e sana risposta da parte di Johnson. A prescindere da questo, Rian anche volendo non avrebbe potuto attingere all'universo espanso, che dopo l'acquisizione della Lucasfilm da parte della Disney, avvenuta a fine 2012, è stato cancellato. Una decisione drastica che ha anche negato al povero mercenario Kyle Katarn il furto dei piani della Morte Nera nell'FPS Star Wars Dark Forces del 1995, tanto che in Rogue One dell'anno scorso l'impresa è stata attribuita al gruppo di mercenari che abbiamo conosciuto.


Iscriviti alla nostra newsletter:

Lascia un Commento
Schede di riferimento
Lascia un Commento