Schede di riferimento
News Cinema

Stanlio e Ollio: conosciamo le mogli, Mrs. Hardy e Mrs. Laurel

Nel film uscito il primo maggio Shirley Henderson è Lucille Hardy e Nina Arianda è Ida Kitaeva Laurel.

Stanlio e Ollio: conosciamo le mogli, Mrs. Hardy e Mrs. Laurel

Nella tournée che tra il 1953 e il 1954 portò Stan Laurel e Oliver Hardy, molti anni dopo i loro trionfali successi, nel Regno Unito, raccontata nel film Stanlio e Ollio di Stuart. S. Baird, i due comici andarono da soli, ma a un certo punto vennero raggiunti dalle rispettive consorti, Ida Kitaeva Dahlberg in Laurel e Virginia Lucille Jones in Hardy, meglio note come Ida e Lucille. Nella vita, Stan Laurel si sposò quattro volte, l'ultima, dal 1946 fino alla sua morte nel 1965, con la donna rappresentata nel film dall'attrice scozzese Shirley Henderson. Oliver Hardy invece ebbe “solo” tre matrimoni, l'ultimo, dal 1940 fino al giorno della sua morte nel 1957, con Lucille, che nel film è interpretata dall'americana Nina Arianda.

Nel mondo fantastico dei film di Laurel & Hardy le mogli, anche se spesso giovani e molto belle, maltrattano a vario titolo gli sfortunati consorti, fino al punto da metter loro le mani addosso per punirli delle loro innocenti evasioni. In un memorabile cortometraggio della coppia del 1933, Anniversario di nozze, i due attori en travesti interpretano le sorelle gemelle di Stanlio e Ollio, ognuna sposata con l'altro. Il risultato è una delle comiche più esilaranti mai viste.

In realtà le vere compagne di Stanlio e Ollio nei loro ultimi anni di vita erano due donne forti, intelligenti e sincere, che sostenevano i mariti e ne difendevano le ragioni. Come dice la produttrice Faye Ward: “le mogli li accompagnavano e formavano anch'esse un duo. Jeff Pope (sceneggiatore del film, ndr) è riuscito a fare una cosa molto intelligente nella sceneggiatura: benché non si abbiano molte informazioni sulla storia di Ida e Lucille insieme ai loro uomini, né sulla loro carriera, Jeff ci mostra abbastanza per farci capire che le due donne avevano intrapreso un lungo viaggio con i loro mariti e tra di loro avevano i loro vezzi e le loro dinamiche, costituendo anch'esse un sodalizio artistico”.

Shirley Henderson aveva già lavorato due volte con Stuart S. Baird, ma a suggerirla al regista per il ruolo di Ida, segretaria di edizione de I fanciulli del West che sarebbe in seguito diventata moglie di Hardy dopo la collaborazione a I diavoli volanti, è stato John C. Reilly, Ollio nel film. In realtà Lucille era texana e l'attrice scozzese ha dovuto dimostrare con tre audizioni di essere in grado di impadronirsi del ruolo. In proposito, Reilly ha dichiarato: “Come interprete, poiché incarnavo un personaggio più grosso e più vecchio di me e con problemi alle ginocchia, avevo bisogno di credere che l'attrice che impersonava mia moglie non solo mi amasse, ma si sentisse anche attratta da me. Shirley e io siamo legati da un sincero sentimento di affetto”. Così la Henderson parla della sua Lucille: “È preoccupata del fatto che suo marito stia compiendo uno sforzo eccessivo, ma riconosce che ne ha bisogno come linfa vitale. Gli vuole un bene infinito e io mi sono agganciata a questo. In ogni circostanza non faceva altro che pensare a lui, alla sua salute, al suo benessere”.

Di tutt'altro tipo è invece l'esuberante moglie di Stanlio, Ida, un vortice di energia con una certa propensione la teatralità. Nina Arianda ha catturato l'attenzione di Baird con il suo personaggio in Florence e si sono incontrati in un ristorante di New York. “Avremo bevuto tre o quattro bottiglie di vino”, ricorda ridendo lui. “Io ero steso e lei era ancora perfetta, del tutto lucida. Ho subito pensato 'Questa è la mia donna'. Credo sia una delle migliori attrici con cui io abbia mai lavorato. Riassumeva completamente quello che stavamo cercando: una donna originale, con un modo di amare un po' duro, in linea con una sensibilità est-europea. Era perfetta”. Vincitrice di un Tony Award, Arianda si è innamorata della storia per come esplora “la sfera pubblica rispetto a quella privata”. “L'ho trovata meravigliosa nel suo calore e nella sua forza”, dichiara l'attrice. “Ho amato il fatto che adorasse profondamente quest'uomo e la cosa che mi ha colpito di più mentre mi documentavo è stata che si sia sentita attratta in primo luogo dalla sua solitudine. Solo una donna molto particolare può innamorarsi della solitudine di un uomo. L'ho trovato affascinante”.

Un altro dei punti di forza del biografico Stanlio & Ollio sono proprio le mogli, che costituiscono una coppia (anche comica) perfetta per fare da amorosa spalla ai due re della comicità. Potete conoscerle (e ne vale la pena) al cinema, dove il film è uscito ieri 1 maggio.



  • Saggista e critico cinematografico
  • Autrice di Ciak si trema - Guida al cinema horror e Friedkin - Il brivido dell'ambiguità
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming