Smentite sul reboot di Indiana Jones (e la nostra ipotesi )

-
Share
Smentite sul reboot di Indiana Jones (e la nostra ipotesi )

Ieri vi abbiamo raccontato di uno scoop del sito Latino Review, inerente il rischio di reboot di Indiana Jones con Bradley Cooper, come il più papabile tra i sostituti di Harrison Ford.
Era prevedibile che vi fossero delle reazioni ufficiali (oltre a quelle dei fan). Frank Marshall, producer della serie sin dai Predatori e attualmente al lavoro sul franchise presso la Disney, in due tweet ha anche scherzato: "Posso solo confermare che Katy Perry non sarà il nuovo Indiana Jones." Poi più seriamente ha aggiunto: "A causa delle voci ridicole che continuano a saltar fuori, non dirò più nulla sui nostri progetti prima di avere novità reali."

Questione chiusa? Latino Review, motore del "caso Bradley Cooper", non è d'accordo, e con un altro twitter difende la notizia: "Credete davvero che la Disney abbia comprato il franchise di Indy per chiuderlo con Harrison Ford?" Il twitter è condivisibile: a parte il rifiuto psicologico di noi fan, è prevedibile che la Disney/Lucasfilm voglia lavorare su più lungometraggi, dopo aver comprato la quota del marchio dalla Paramount. Ed è più che prevedibile, anzi sicuro, che Harrison Ford non reggerà più di un altro film (sempre se accetterà di farlo).

A questo punto mettiamo sul tavolo da gioco anche la nostra umile ipotesi, se vi va di leggerla.

Proviamo a metterci nei panni della Lucasfilm disneyzzata, una realtà neonata che sta cercando di capire come maneggiare le miniere d'oro che ha per le mani. A quel che si sa, Star Wars Episodio VII metterà in scena il vecchio cast (Ford-Hamill-Fisher) accanto a giovani attori, come un ideale passaggio del testimone. Una strategia simile è possibile per Indiana Jones? Teoricamente no... o forse invece sì?
Rivisitando e ritoccando la struttura di Indiana Jones e l'ultima crociata (o del televisivo Le avventure del giovane Indiana Jones), ci sarebbe un modo di contenere l'ira dei fan e garantire lo sfruttamento commerciale prolungato della serie. Parliamo di una cornice con un Indy anziano che riprende attivamente una ricerca abbandonata anni addietro, raccontata in flashback con l'Indy più giovane. Ford saluterebbe con dignità e introdurrebbe delicatamente al pubblico il nuovo attore, che avrebbe così qualche possibilità di non risultare "l'usurpatore", sponsorizzato dall'Indy originale. Dal film successivo, Ford andrebbe definitivamente in pensione e rimarrebbe solo il nuovo attore.
Insomma, a nostro parere Ford e l'ipotesi Cooper potrebbero non escludersi a vicenda.

Stiamo giocando, ovviamente. A parte le scommesse e le ipotesi, noi fan non possiamo fare altro che aspettare, con un po' di apprensione e qualche nostalgia.


Iscriviti alla nostra newsletter:

Lascia un Commento
Lascia un Commento