Shia LaBeouf è suo padre e Lucas Hedges è lui stesso nell'autobiografico Honey Boy

-
42
Shia LaBeouf è suo padre e Lucas Hedges è lui stesso nell'autobiografico Honey Boy

Sicuramente ricorderete tutti le performance artistiche e le intemperanze pubbliche di Shia LaBeouf, che nonostante questo di tanto in tanto riesce ancora a indovinare un buon film. A noi ha sempre fatto simpatia: il ragazzo ha evidentemente dei problemi, e non lo ha nemmeno mai nascosto, ma non è certo privo di talento. Dopo averlo visto di recente in Borg McEnroe, lo ritroveremo presto in un film molto più personale.

Scritto da lui stesso, Honey Boy è la storia della sua difficile infanzia e della sua gioventù, raccontata attraverso un personaggio di nome Otis Lort. Stella della tv a soli 12 anni, Otis è alle prese con un padre ex detenuto e tossicodipendente, di cui si prende cura. A 22 anni però lui stesso è un rottame, non trova lavoro nel cinema per il suo comportamento, e si porta dietro una diagnosi da "stress post traumatico infantile". Proprio allora il padre torna nella sua vita.

A interpretare il protagonista sarà Lucas Hedges, il giovane attore rivelato da Manchester by the Sea che abbiamo rivisto di recente anche nei film candidati all'Oscar Tre manifesti a Ebbing, Missouri e Lady Bird. mentre LaBeouf ricoprirà il ruolo del padre.  Chissà se raccontarsi in questo modo attraverso un film "di finzione" lo aiuterà come terapia, noi glielo auguriamo.

A dirigere il film le cui riprese inizieranno a Los Angeles a maggio sarà la regista israelo americana Alma Ha'rel, , nota per i video musicali e i documentari, come True Love e Bombay Beach, che ha già diretto LaBeouf in un video dei Sigur Ròs..



Daniela Catelli
  • Saggista e critico cinematografico
  • Autrice di Ciak si trema - Guida al cinema horror e Friedkin - Il brivido dell'ambiguità
Lascia un Commento
Lascia un Commento