Schede di riferimento
News Cinema

Shen Hai Xun Ren (Missing) - la recensione del film di Tsui Hark

Tsui Hark torna alla regia con un romanticissimo melò che per buona parte della sua durata si maschera da horror (e non solo). Un film particolare, liquido e sfuggente, ma d’indubbio fascino.

Shen Hai Xun Ren (Missing) - la recensione del film di Tsui Hark

Shen Hai Xun Ren (Missing) - la recensione

Shen Hai Xun Ren è un’opera quantomeno bizzarra. Scrive, produce e dirige Tsui Hark, una delle leggende viventi del grande cinema di Hong Kong (che fu). Tsui mette la sua eclettica esperienza al servizio di una storia che – con relativa originalità – cerca di rifuggire dalla gabbia del genere per piazzarsi trasversalmente, stabilendo un legame diretto tra il melodramma sentimentale e l’horror. Legame nel complesso ovvio fin dalle origini della storia del cinema, a ben pensarci. La caratteristica principale del film di Tsui non risiede però tanto in questa libertà di approccio al genere, ma in qualcosa che si pone a monte di tutto questo: in una storia dove l’acqua e le immersioni subacquee la fanno da padrone, ecco che Tsui gira un film primariamente liquido. Shen Hai Xun Ren è liquido nel suo essere fluido e dinamico; è liquido nel suo non avere forma predefinita ed adattarsi al contenitore o ai confini che trova (leggi le strutture del genere); è liquido nei suoi ribaltamenti e nelle sue acrobazie temporal-narrative, che bruscamente, a cascata, per due o più volte spostano bruscamente il film di tono e di setting.
A volerla dire tutta, Shen Hai Xun Ren è probabilmente liquido anche nella sua sfuggevolezza, nella sua parziale inconsistenza, nella relativa inafferrabilità. Sfuggevole e inafferrabile anche come i meccanismi della mente, che nella particolare declinazione thriller/horror di una storia d’amore dai lontani echi wonghiani (nel senso di Kar-Wai) assumono un’importanza primaria.

Tsui immerge lo spettatore nelle profondità della storia, negli abissi dei sentimenti dei protagonisti, portandoli alla scoperta di relitti della mente e della memoria affascinanti e mostruosi al tempo stesso. Peccato solo che la sua (e nostra) lente, sempre acrobatica e visionaria, sia a volte un po’ appannata, e che ad emergere più rapidamente e chiaramente da questa immersione siano gli elementi riuscitamente horror e solo in seconda battuta la storia d’amore trans-temporale che li ha scatenati. Una storia che, come impronte sulla sabbia, può venir forse cancellato dalle onde di una narrazione mossa e avventurosa ma rimane nella memoria per il suo romanticismo.



  • Critico e giornalista cinematografico
  • Programmatore di festival
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming