Sette minuti dopo la mezzanotte è il vincitore del Future Film Festival 2017

57
Sette minuti dopo la mezzanotte è il vincitore del Future Film Festival 2017

Si è chiusa ieri a Bologna la 19esima edizione del Future Film Festival, il primo e più importante evento in Italia dedicato alle tecnologie applicate all'animazione, al cinema, ai videogame e ai new media nato nel 1999.
La giuria di quest'anno, composta dalla giornalista Arianna Finos, dal regista Michele Vannucci e dal giornalista e regista Filippo Vendemmiati, ha assegnato il premio principale, il Platinum Grand Prize, a Sette minuti dopo la mezzanotte, il film di J.A. Bayona in uscita nei cinema italiani il 18 maggio prossimo.

"Commovente e coinvolgente racconto di formazione ed elaborazione del lutto, realizzato con grande talento visionario. Bayona usa in modo fluido la tecnica mista, animazione e live action, sovverte i canoni della favola classica, ribadisce la necessità della immaginazione come mezzo di superamento di paura e dolore". Questa è la motivazione della giuria che ha acompagnato il premio al nuovo film del regista di The Orphanage, The Impossibile, della serie tv Penny Dreadful e del sequel di Jurassic World attualmente in lavorazione.

La menzione speciale della Giuria è andata a La jeune fille sans mains di Sébastien Laudenbach, mentre la Giuria del Future Film Short (composta da Barry Purves, Marco Milone e Gabriele Niola) ha assegnato il suo premio principale Garden Party di Florian Babikian, e una menzione speciale al norvegese The Absence of Eddy Table di Rune Spaans.



Lascia un Commento
Schede di riferimento
Lascia un Commento