News Cinema

Roma in chiaroscuro: cinque film in streaming per amare/odiare la "Città Eterna"

12

Quali sono i lungometraggi in streaming che hanno meglio evidenziato lo splendore ma anche le molte contraddizioni di Roma? Ecco i nostri preferiti.

Roma in chiaroscuro: cinque film in streaming per amare/odiare la "Città Eterna"

Quali sono i film che nel corso dei decenni meglio hanno raccontato gli splendori ma anche le zone oscure della “Città Eterna”? Ce ne sono indubbiamente a decine, molti ampiamente noti e altri invece preziosi come perle più nascoste. Impossibile citarli tutti o ridurli a una semplice lista. I cinque film in streaming che troverete qui sotto sono stati selezionati principalmente in base al nostro amore personale per tali opere, consci che molto probabilmente non si tratta dei migliori prodotti in assoluto quando si tratta di rappresentare Roma, la sua eleganza e le sue tradizioni ma anche le contraddizioni che la assillano da sempre. Non sono entrati nella cinquina ad esempio i capolavori di Federico Fellini, quelli di Ettore Scola, oppure un film sulla Capitale osannato come La grande bellezza di Paolo Sorrentino. Ripetiamo, questa volta non è una questione (solamente) di merito artistico. Le opere selezionate hanno infatti toccato le corde personali di chi scrive, esplicitando in maniera più viscerale il rapporto di amore/odio con la città in cui siamo nati, cresciuti e affermati. Ecco dunque le opere che a nostro avviso hanno rsppresentato Roma più in profondità. Soprattutto a noi. Buona lettura.

Cinque film in streaming che mettono in scena Roma

  • Roma città aperta
  • Accattone
  • La messa è finita
  • L’ora di religione
  • Romanzo criminale

Roma città aperta (1945)

Il capolavoro che apre la grande stagione del Neorealismo italiano ci mostra una Roma ferita dall’occupazione anzista eppure viva, disposta a lottare, impregnata di quella dignità dell’uomo della strada che ha reso immortale il lavoro di Roberto Rossellini. La verità di personaggi e situazioni porta Roma città aperta a un livello di cinema mai realizzato in precedenza. Il contributo di due attori perfetti e vibranti come Anna Magnani e Aldo Fabrizi (comico in un ruolo fortemente drammatico) è ancora oggi incommensurabile. Il momento di debolezza del parroco che maledice gli esecutori prima di essere fucilato è una delle scene più emozionanti mai realizzate. Disponibile su CHILI.

Accattone (1961)

La Roma di periferia, quella delle borgate, dove gli anni ‘50 e il loro perbenismo non sono potuti arrivare, viene rappresentato da Pier Paolo Pasolini con una messa in scena che ridiscute il Neorealismo senza smentirlo, semplicemente portando all’estremo alcune di quelle direttive estetiche e contenutistiche. Accattone ridisegna il panorama del cinema italiano come una schiaffo potente e disperato, mettendo in scena personaggi ai margini prima sociali e conseguentemente morali. Uno degli esordi più importanti della storia del cinema mondiale, per un autore che ha problematizzato la Settima Arte in ogni sua opera. Roma al suo peggio, ma sempre Roma vitale e mai disposta ad arrendersi. Disponibile su Rakuten TV, Amazon Prime Video.

La messa è finita (1985)

Il capolavoro di Nanni Moretti e probabilmente il nostro film italiano preferito insieme a - e qui lo stesso Moretti si farebbe una gran risata! - a Pasqualino Settebellezze di Lina Wertmuller. Il Don Giulio che torna a Roma per trovarla cambiata, più feroce e cinica, è un personaggio tragico e doloroso che l’autore costruisce come perno di un’opera sulla disillusione morale, civica e civile che gli anni ‘80 hanno nascosto così bene. A molti, ma non a Moretti per fortuna. La scena del litigio per il parcheggio è uno dei momenti psicologicamente più violenti della storia del cinema italiano, magnifico, vero e doloroso. La messa è finita ancora oggi è un manifesto della durezza di Roma. Senza concessioni a nulla, neppure alla tunica. Da inchino. Disponibile su CHILI, Apple Itunes, NOW.

L’ora di religione (2002)

Marco Bellocchio si confronta con la città vetusta, con l’influenza fangosa ma inossidabile del cattolicesimo dei salotti, quello mistificatore e macchinatore. Un Sergio Castellitto straordinario interpreta un uomo che, pur confuso, lotta per mantenere intatta la sua identità di fronte a una macchina da guerra ideologica che lava via la verità per arrivare alla santità. L’ora di religione è un film contro Roma, contro la logica di palazzo o meglio di cupola. Un film cupissimo eppure vitale, quello di cui questa città aveva bisogno. Capolavoro senza se e senza ma. Disponibile su TIMVision.

Romanzo criminale (2005)

Il film di genere diretto da Michele Placido eleva il genere stesso a epica. La storia romanzata della banda della Magliana, tratta dall’opera di De Cataldo, viene messa in scena con un senso del cinema di primissimo ordine, mainstream e insieme molto personale. Romanzo criminale soprattutto finché Pierfrancesco Favino rimane in scena è un film quasi perfetto, dal ritmo incalzante e dai personaggi infuocati. Scene memorabili e un finale nichilista come pochi. Grande cinema che racconta la Roma nera e insanguinata. Disponibile su Rakuten TV, CHILI, Google Play, Apple Itunes, Amazon Prime Video, NOW.

Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming