News Cinema

Riddick, l'antieroe per cinema e videogiochi

Uno sguardo a una delle creature preferite di Vin Diesel

Riddick, l'antieroe per cinema e videogiochi

In una decade di eroi pescati direttamente dai fumetti o da fonti terze, quando non riciclati da un passato glorioso, Richard B. Riddick è uno degli (anti)eroi seriali atipico per oggi: è nato al cinema.
E' emerso da un copione piuttosto corale, a soggetto originale, scritto da Jim & Ken Wheat insieme a David Twohy, regista del seminale Pitch Black (2000). Un film che costò "appena" 20 milioni e ne incassò più di 50: il b-movie al quale ci si affeziona, il tipo di prodotto che si può vedere per caso, con basse aspettative, per poi scoprirsi divertiti.

Pericoloso fuorilegge intergalattico, tra i superstiti del pianeta Furya, umana macchina da guerra in grado di vedere nel buio, Riddick è diventato un'icona, tramite quello stesso processo che il suo interprete Vin Diesel porta a compimento quasi naturalmente nei suoi lavori. Il pubblico l'avrebbe capito con la saga di Fast & Furious, iniziata un anno dopo e ancora in corso: i personaggi di Diesel mirano subito a un'iconicità e a una riconoscibilità istantanea, che si presta molto facilmente a saghe e spin-off.  Diesel segue le sue creature con affetto, dal punto di vista industriale (perché i prodotti rendono, ovvio) ma anche da quello creativo, con una certa lealtà.

E' una  fedeltà persino più evidente nella saga di Riddick che in quella di Fast & Furious. Già nel 2004 infatti il ritorno del Furyano è stato giocato su tre media allo stesso tempo: ancora il cinema, con il più epico (e più costoso) The Chronicles of Riddick, ma anche un cartoon e un videogioco.



Nella mezz'ora animata di The Chronicles of Riddick : Dark Fury, diretta dal coreano Peter Chung (apprezzato autore della serie Aeon Flux), Vin Diesel presta la sua voce al personaggio, in un breve racconto che collega il primo al secondo film. L'iconicità dell'eroe Diesel è senza dubbio figlia dei Terminator e dei Rambo degli anni Ottanta, ma la flessibilità della sua declinazione mediatica è molto contemporanea: considerare l'animazione alla pari del cinema dal vero non era un passo da fare a cuor leggero trenta o vent'anni fa, ma negli anni Duemila è fattibile. Ancor di più è fattibile per Vin, che nel 1999 aveva recitato per il cartoon d'esordio di Brad Bird, Il gigante di ferro.



Diesel però non si è fermato qui: The Chronicles of Riddick : Escape From Butcher Bay è un videogioco, per la precisione un First Person Shooter (sparatutto in prima persona), pubblicato su Xbox e PC sempre nel 2004. La storia è un altro tassello del "prequel multimediale" al secondo film, ma la particolarità è che Riddick è doppiato dello stesso Diesel. Non è scontato: Matt Damon per esempio non ha prestato di certo la sua voce al videogame The Bourne Conspiracy (2008). Vin Diesel non si è limitato a presentarsi in sala di registrazione, ma con Twohy ha rivisto e corretto tutti i dialoghi che lo riguardavano, intervenendo anche nel soggetto.
Promozione? Qualcosa di più.



Nel 2009 Diesel ha doppiato e seguito anche il secondo videogioco ufficiale, The Chronicles of Riddick : Assault on Dark Athena, pubblicato su PC, Mac, PS3 e Xbox 360, a cinque anni di distanza dal secondo film e quattro anni prima del terzo: tempistiche che fanno intuire non un'operazione di supporto del prodotto cinematografico, ma una volontà concreta di mantenere vivo il franchise. I risultati videoludici sono stati valutati bene dalla critica e dal pubblico, andando oltre quindi il medio marketing di routine.



La saga di David Twohy e Vin Diesel arriva in questo 2013 al terzo film (Riddick) attraverso un percorso da apprezzare: moderno nelle sue incarnazioni in home video e videogame, ma antico nella sua nascita illustre, nel buio della buona vecchia sala. Comunque la pensiate su di lui o sulla saga in generale, Vin Diesel ha dimostrato di avere l'acume (commerciale e creativo) per entrare con Riddick nel tempo libero di più generazioni.



  • Giornalista specializzato in audiovisivi
  • Autore di "La stirpe di Topolino"
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming