Ricordi?: Luca Marinelli e Linda Caridi nel poster del film premiato a Venezia

-
96
Ricordi?: Luca Marinelli e Linda Caridi nel poster del film premiato a Venezia

Dopo la sua opera prima Dieci inverni, con Isabella Ragonese e Michele Riondino, premiata con il Nastro d’argento e il David di Donatello, il regista Valerio Mieli torna nei cinema dal 21 marzo prossimo con Ricordi? il film presentato allo scorso Festival di Venezia, dove ha vinto il Premio del pubblico alla Giornate degli Autori.
Protagonisti del film, che racconta una lunga grande storia d'amore rivissuta attraverso i ricordi, sono Luca Marinelli, che conferma ancora una volta le sue grandi qualità, e la sorprendente Linda Caridi, praticamente al suo esordio sul grande schermo. "Ricordi? è un film sulla memoria, sui luoghi che segnano la nostra vita e senza che ce ne accorgiamo diventano bombe nostalgiche, immutabili evocatori del tempo che passa (qui la nostra recensione completa del film).
In attesa di vederlo al cinema, vi mostriamo qui sotto, in anteprima esclusiva, il poster ufficiale del film:

La trama ufficiale di Ricordi?:

Una lunga grande storia d'amore, raccontata però sempre solo attraverso i ricordi, più o meno falsati dagli stati d’animo, dal tempo, dalle differenze di punto vista, dei giovani protagonisti. Il viaggio di due persone negli anni: insieme e divise, felici, infelici, innamorate tra loro, innamorate di altri, visto in un unico flusso di colori ed emozioni.
I due si conoscono raccontandosi fantasiosi episodi d’infanzia. Anche la festa in cui si incontrano però è ricordata, e in due versioni: il mondo di lui, malinconico, quello di lei allegro e ancora incantato.
Passano gli anni. Lo sguardo di lui si trasforma, si alleggerisce. Quello di lei matura, si fa più complesso e più scuro. Il rapporto che sembrava consolidarsi rischia ora di perdere magia. Inizia una crisi. Nel corso del film i due ragazzi crescono e cambiano: lui scopre che è possibile un amore che dura nel tempo, lei impara la nostalgia. Con la distanza le immagini di questa relazione, come quelle dell’infanzia, di un lutto, di un’amicizia tradita, di una grande gioia, si modificano. Si saturano di emozione, o invece sbiadiscono, si cancellano, finché, riesumate da un profumo, da una parola, riemergono più forti, in un presente che scivola via per farsi subito memoria.


Lascia un Commento
Schede di riferimento
Lascia un Commento