Schede di riferimento
News Cinema

Richard Linklater prepara un film sulla crescita e sullo sbarco sulla Luna...

18

Il regista di Boyhood ambienterà la storia nella Houston che si stringeva intorno al progetto della NASA

Richard Linklater prepara un film sulla crescita e sullo sbarco sulla Luna...

Richard Linklater è uno dei migliori cineasti in circolazione per quanto riguarda i cosiddetti "coming of age" movie. Opere come Boyhood, Dazed and Confused, Tutti vogliono qualcosa e la trilogia iniziata con Prima dell'alba lo testimoniano con pienezza. Arriva ora la notizia che il suo prossimo film apparterrà a questo discorso poetico e sarà ambientato nella Houston del 1969, anno dello sbarco dell'uomo sulla Luna. Protagonista saranno un ragazzo e la sua prospettiva personale sugli eventi di quel periodo. 

"C'era così tanto fervore a Houston in quegli anni - ha dichiarato Linklater - La NASA, l'Astrodome, il Medical Center. Ti dava la sensazione di appartenere a una comunità. C'erano tutti questi figli e genitori che lavoravano alla NASA con uno scopo comune. 

Dal momento che Linklater vuole rendere il progetto il pù realistico possibile, il suo team di produzione residente a Houston ha richiesto ai cittadini ogni possibile footage dell'epoca, che sarà possibilmente incluso nel film ancora senza titolo. 

Candidato all'Oscar per la regia di Boyhood e altre tre volte per la sceneggiatura, Richard Linklater è reduce dal successo purtroppo soltanto parziale di Last Flag Flying, sequel ideale de L'ultima Corvè interpretato da Steve Carell, Bryan Cranston e Laurence Fishburne. Film a nostro avviso sottovalutato e che meriterebbe una seconda visione.

Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming
Schede di riferimento
  • Critico cinematografico
  • Corrispondente dagli Stati Uniti
Suggerisci una correzione per l'articolo