Qui rido io: Toni Servillo è Eduardo Scarpetta per Mario Martone

-
5
Qui rido io: Toni Servillo è Eduardo Scarpetta per Mario Martone

Dopo Capri revolution, presentato con successo all'ultima Mostra del Cinema di Venezia e ambientato sull'isola del Golfo di Napoli alla vigilia della Prima Guerra Mondiale, Mario Martone dirigerà Qui rido io, film dedicato a Eduardo Scarpetta. Costui, per chi non lo sapesse, è una delle figure più importanti della tradizione teatrale partenopea, autore di commedie celeberrime come "Miseria e nobiltà" e padre di Eduardo, Peppino e Titina De Filippo. A vestirne i panni sarà Toni Servillo, che di Scarpetta è un grande ammiratore e che conosce perfettamente la sua opera.

La scelta di Toni Servillo come protagonista di Qui rido io non è casuale. E’ stato infatti Martone a capire il potenziale cinematografico dell'attore, che ha esordito davanti alla macchina da presa in Morte di un matematico napoletano, per poi recitare in Rasoi, ne La salita (episodio de I vesuviani), in Teatro di guerra e Noi credevamo. Martone e Servillo si conoscono da tempo immemore e hanno cominciato a collaborare, in teatro, dalla metà degli anni ‘80, fondando insieme il movimento Teatri Uniti.

Le riprese di Qui rido io, prodotto da Indigo Film e Publispei con Rai Cinema, cominceranno nel 2019.



Carola Proto
  • Giornalista specializzata in interviste
  • Appassionata di cinema italiano e commedie sentimentali
Lascia un Commento
Lascia un Commento