Schede di riferimento
News Cinema

Presentata alla stampa Ti Stramo, commedia parodistica diretta da Pino Insegno

Tra la fine di ottobre e l’inizio di novembre arriverà nelle sale italiane un film prodotto e distribuito dalla Mikado Film. Si intitola Ti Stramo ed è un parodia delle recenti commedie adolescenziali che tanto hanno appassionato il nostro pubblico. Dietro la macchina da presa c’è Pino Insegno, che abbiamo incontrato a Roma, dopo la co...

Presentata alla stampa Ti Stramo, commedia parodistica diretta da Pino Insegno

Sono già diversi anni che oltreoceano il cinema ride di sé. Il ciclo di Scary Movie, cominciato nel 2000, ha dato ufficialmente l’avvio alle parodie, spesso irriverenti, demenziali e pecorecce, di generi popolari. Si è cominciato con l’horror per poi proseguire con le commedie sentimentali, fino ad arrivare alla recente presa in giro dei film epici – con Epic Movie e Treciento, chi l’ha duro la vince. Adesso questa abitudine squisitamente americana ha contagiato anche i filmmaker italiani, che se la prendono con il genere cinematografico più in voga nel nostro paese: la commedia giovanile, tipologia che ha la sua punta di diamante in certa filmografia dell’idolo delle teen-ager Riccarco Scamarcio.

È infatti il film che ha lanciato Scamarcio, Tre metri sopra il cielo, l’ispirazione primaria di Ti Stramo – Ho voglia di un’ultima notte da manuale prima di tre baci sopra il cielo, pellicola prodotta e distribuita dalla Mikado Film e diretta dall’istrionico Pino Insegno, già doppiatore, attore di cinema e di teatro, conduttore televisivo nonché scrittore. Lo showman ne ha parlato volentieri alla stampa insieme al coregista Gianluca Sodaro e ai numerosissimi interpreti. Nei locali della Dap Italy, appena fuori Roma, abbiamo anche visto alcune immagini del film, accorgendoci che i bersagli della satira sono molti: Manuale d’amore – Capitoli successivi, Come tu mi vuoi, Notte prima degli esami, Ho voglia di te e perfino 2 horror americani come Hostel e Saw per alcune scene ambientate in un ospedale.

La trama e i personaggi, ci ha spiegato Pino Insegno, sono squisitamente “mocciani”. Il protagonista maschile Stram , (abbreviazione di Stramarcio) è una versione aggiornata di Step, il personaggio principale di 3 metri e Ho voglia di te. Al suo fianco, una Bambi che ricorda Babi, un amico del cuore di nome Tacchino, che sostituisce Pollo, e un’altra possibile fidanzata che nel soprannome Tin ricorda la Gin impersonata da Laura Chiatti. Sullo sfondo, un liceo romano e il gettonato quartiere di Ponte Milvio con i suoi proverbiali lucchetti.

“Speriamo che Scamarcio non se la prenda” – abbiamo subito pensato dopo aver sfogliato le pagine della cartella stampa, trovando però un po’ di conforto alle nostre preoccupazioni nelle dichiarazioni di Gianluca Sodaro, già regista del piccolo film Cuore Scatenato. “La nostra è una parodia leggera e scanzonata” – ha detto – “che prende in giro il personaggio e non l’attore che lo interpreta. E poi volevamo fare un film che andasse bene anche per chi non ha mai visto le nostre commedie adolescenziali”.

Chi invece ha dovuto fare un’abbuffata di esami di maturità, corse in motocicletta, dichiarazioni d’amore e litigate con i genitori sono stati i due interpreti principali della pellicola, Marco Rulli e Carlotta Tesconi. Il primo è praticamente un esordiente, se si esclude un piccolo ruolo nella commedia di Carlo Virzì L’estate del mio primo bacio. La seconda ha debuttato, a 5 anni, in Giovani e belli di Dino Risi, per proseguire con la fiction televisiva Caro Maestro. “Nel film non siamo noi quelli che fanno ridere” – hanno raccontato. “Sono le situazioni che innescano la comicità, oppure i personaggi di contorno”. Fra questi vanno segnalati un simil Doctor House con il volto di Raoul Bova, un fricchettone che cerca la luce impersonato da Franco Nero, Corinne Clery che fa una specie di nonna di Melissa P. e Daniele Formica nei panni di un chirurgo da strapazzo che tenta di trasformare la bruttina e brufolosa Bambi in una pinup.

Ce n’è per tutti i gusti, insomma, e sulla carta il film sembra uno spasso. E forse è per questo la Mikado è pronta a far uscire la pellicola in diverse centinaia di copie in una stagione importante come quella autunnale. Anche Pino Insegno ha grandi aspettative: dice, scherzando, che lui e Gianluca Sodaro sono i nuovi fratelli Coen ed è convinto che se il pubblico italiano lo ha accettato come doppiatore, prima o poi lo guaderà anche come uomo di cinema. Noi glielo auguriamo e, anche se non succederà, Ti Stramo passerà comunque alla storia per il suo brano musicale di punta "Limonare al multisala", un rap scritto e cantato da J-Ax degli Articolo 31.

Ve ne regaliamo un assaggio:

Io vorrei darti 3 baci sopra il cielo

Sei alta un metro e mezzo

E quando ci arrivi al cielo?

Limoneremo al multisala all’americana

Con te che ti fai chiamare Carmen quando sei Carmela



  • Giornalista specializzata in interviste
  • Appassionata di cinema italiano e commedie sentimentali
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming